Published On: Gio, Mag 9th, 2013

30.000 Euro per dare lavoro ai disoccupati.

voucher_lavoro_accessorio_inps_2012RAPALLO. 30.000 Euro per sopperire alle carenze di personale e dare un lavoro a chi versa in condizioni di difficoltà. E’ quanto si accinge ad erogare l’Amministrazione grazie al bando destinato al lavoro accessorio che sarà pubblicato dal Comune di Rapallo a partire da domani mattina.

Grazie ad appositi voucher emessi dall’INPS, potranno essere affidati, a chiamata, lavori di giardinaggio, pulizia spazi esterni, manutenzione aree verdi e parchi, movimentazione carichi, cura e piccole manutenzioni agli edifici ed al patrimonio comunale o allestimentodi manifestazioni culturali e sportive.

“Si tratta di un’iniziativa importante, specie nell’attuale momento di difficoltà diffusa in cui la disoccupazione è agli apici – commenta il Sindaco Costaun aiuto fondamentale destinato a persone senza lavoro affinché possano giungere alla fine del mese”. Non solo. I voucher costituiscono un utile strumento di contrasto al lavoro sommerso grazie ai costi ridotti ed alla semplificazione burocratica. Tutti possono acquistare i tagliandi presso gli uffici dell’inps, tabaccherie o istituti bancari del territorio in pratici carnet nominali dal valore di 50 Euro. Il lavoratore percepirà un tagliando dal valore nominale di 10 Euro per ogni ora di lavoro svolta che potrà essere riscosso presso qualsiasi ufficio postale. Di questi, 7,50 Euro costituiranno la vera e propria retribuzione,  la rimanenza verrà trattenuta a fini contributivi, previdenziali e assicurativi. Tutto in regola quindi e non serve redigere alcun contratto di lavoro. L’unico limite riguarda la retribuzione complessiva netta che il singolo soggetto può percepire nell’arco dell’anno solare: non più di 5.000 Euro.

L’Amministrazione comunale vuole dare il buon esempio ed auspica che questa nuovo strumento di lavoro possa essere impiegato anche da tutti gli operatori economici rapallesi o di privati che necessitano piccoli lavori, magari eseguiti dal vicino di casa presso la propria abitazione.

“Non vi sono solo i marciapiedi o le buche sull’asfalto – prosegue il Sindacol’attività dell’Amministrazione si concentra anche al proprio interno con una riorganizzazione efficiente delle strutture. Lavori forse non appariscenti ma che consentono di rendere servizi alla cittadinanza nel migliore dei modi”.

Il primo bando, che scadrà il prossimo 25 maggio, è volto ad individuare operai polifunzionali per interventi sul territorio. Successivamente potranno essere emessi nuovi bandi per il reperimento di figure adatte a funzioni amministrative.

Il nuovo personale “a chiamata” sarà selezionato in base ad una graduatoria che terrà in considerazione alcuni aspetti di tipo sociale come la facilitazione alla prima assunzone o al reinserimento lavorativo. Saranno privilegiati i giovani disoccupati di età inferiore a 25 anni e gli over 50 (categoria difficilmente collocabile nel mondo lavorativo). Le graduatorie terranno conto della situazione lavorativa, delle esperienze pregresse e della situazione familiare del richiedente, privilegiando ad esempio chi ha figli minorenni, o assiste in casa figli o genitori con disabilità; padri separati o lavoratori sotto occupati. Per informazioni e assistenza alla compilazione della modulistica o alla redazione del curriculum vitae ci si potrà rivolgere allo sportello Informagiovani ove vi sarà la disponibilità di fissare appuntamenti personalizzati.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>