Published On: Sab, Set 14th, 2019

A Chiavari c’è un campus: il nuovo liceo Gianelli a indirizzo sportivo

Affollata assemblea stasera (venerdì) al liceo scientifico ad indirizzo sportivo Gianelli per la presentazione del nuovo anno scolastico che vede la nuova gestione affidata alla società Gianelli Campus.

C’è entusiasmo per l’inizio delle lezioni. In questa occasione, lunedì alle 11.45 ci sarà l’inaugurazione dell’anno scolastico, alla presenza del Vescovo e delle autorità locali.

Daniela Loero è la “guida” del Gianelli. L’incarico che riceva è quello di coordinatrice didattica, titolo che nelle scuole paritarie equivale a quello di dirigente scolastico, sgravato però di tutti gli aspetti legati gestionali. Di quelli si farà carico la “Gianelli Campus”, impresa sociale, ente senza scopo di lucro, che ha come presidente prete Rinaldo Rocca e come amministratore delegato Nicola Visconti. Daniela Loero sarà affiancata nel coordinamento da Carla Zignaigo e Stefania Marchino, due volti conosciuti, che hanno insegnato per diversi anni al “Marconi Delpino”. Collaborerà anche per alcuni progetti Lidia Aramini, già vicepreside al “Caboto”.

La “squadra” dei docenti è composta da docenti giovani, volenterosi di accogliere la sfida del nuovo progetto della scuola. 

Il liceo scientifico ad indirizzo sportivo parte con la nuova prima ma prosegue  con le altri classi portate avanti dalla precedente gestione. Quindi completa tutto il ciclo di studi dalla prima alla quinta.

Il Liceo Scientifico Sportivo GIANELLI CAMPUS è rivolto soprattutto a tre tipologie di giovani:
– giovani che intendano condividere un serio percorso educativo con l’obiettivo primario della formazione integrale della persona;
– giovani che intendano condividere un serio approfondimento del percorso educativo-sportivo, pur non avendo una specifica storia di pratica agonistica consolidata in essere;
– giovani che abbiano già fatto una scelta di impegno agonistico precisa e, avendo anche già raggiunto risultati di eccellenza, sono interessati a una realtà scolastica che li possa accompagnare con maggiore attenzione nel loro percorso di formazione integrale.

“Questa scuola paritaria cattolica- afferma il Vescovo, mons. Alberto Tanasini- vuole essere inclusiva, quindi aperta a tutti i giovani e le famiglie che lo desiderano. In coerenza con il nome “Gianelli” e nello spirito che ha sempre ispirato anche il Villaggio del Ragazzo si porrà attenzione alla persona secondo la antropologia cristiana, con l’impegno a evitare ogni “scarto”, ma anzi a ad aiutare nel progresso della formazione e degli studi chi avrà più bisogno di sostegno”.

La proposta didattica del Liceo Scientifico Sportivo intende rispondere a tre grandi sfide dell’educazione di oggi: l’internazionalità, le nuove tecnologie e i rapporti con il territorio.