Published On: Gio, Mag 14th, 2020

A Lavagna confronto coi balneari sulle spiagge libere. La sicurezza è necessaria

Il Sindaco di Lavagna Gian Alberto Mangiante con i rappresentanti della Giunta comunale hanno incontrato i rappresentanti degli stabilimenti balneari per parlare delle disposizioni relative alla imminente stagione estiva.
Tra le varie tematiche affrontate anche quella relativa ai tratti di spiaggia libera che l’Amministrazione comunale vorrebbe dare in gestione a terzi, tramite la predisposizione di un bando, allo scopo di garantire la sicurezza sanitaria con la distanza e le altre indicazioni di Governo e Regione Liguria, riservandone la gratuità.  Il confronto continuerà con aggiornamenti costanti e nell’ottica della massima collaborazione.

Come abbiamo scritto, in una crisi economica pesantissima, che coinvolge anche gli Enti locali, non solo le attività, è necessario evitare spese pubbliche non di urgenza e non di primaria importanza.
La unica soluzione ragionevole per il solo 2020 ci sembra quella di un ticket minimo di ingresso alle spiagge libere (50 cent.). In questo modo non si penalizzerebbero ulteriormente i balneari, che quest’anno dovranno già pagare prezzi durissimi, anche perché assumere 5 o 7 persone in Italia ha un costo troppo elevato. D’altro lato, si cerchi almeno di salvare i posti di lavoro negli stabilementi, e insieme si offra a coop (temporanee o già esistenti) la possibilità di dare ai giovani un’entrata nella stagione estiva.
Anche perché la sicurezza delle persone va garantita anche nelle spiagge libere, purché non si incida sul denaro di pubblica e impellente utilità.