Published On: Sab, Dic 3rd, 2016

A Parigi inaugurato un Salone Nautico, in Italia la lite tra le due associazioni darà vita a due Saloni

A Parigi l’acqua è rappresentata soltanto dalla Senna, ma comunque la nautica francese va forte (anche quella italiana è finalmente cresciuta). In queste ore è stato inaugurato il Salone Nautico di Parigi, a Porte de Versailles.
Il Salone si concluderà il prossimo 11 Dicembre ed è disposto su oltre 125.000 mq., diviso in tre grandi aree tematiche principali: vela–turismo, motonautica ed equipaggiamento.
Per l’Italia è presente -tra gli altri- Assonat, grazie all’accordo con Ffpp – Fédération Française des Ports de Plaisance.
In Italia invece continua la lite tra Ucina- Confindustria nautica -che organizza il Salone Nautico di Genova, e gli scissionisti di Nautica Italiana -cresciuti fino a quota 80 associati, tra cui cantieri importanti come Ferretti e Baglietto. 
L’ipotesi era già stata avanzata per lo scorso anno, ma poi non se ne fece nulla. Ora le cose sono cambiate e ci sono due almeno due location possibili: una nel magnifico porto Lotti nel golfo di La Spezia, l’altra nel Porto Antico a Genova. C’è anche una data, la primavera 2017, e il management e la capacità economico-finanziaria di Nautica Italiana, che come si è detto si è ormai consolidata a due anni dalla scissione con Ucina.
Il Salone di autunno invece vede diminuire la sua forza d’urto: l’Ente Fiera di Genova ormai pensa ad allargare ulteriormente la sua base di eventi, uscendo dalla monarchia del Salone.
Il dubbio rimane:  la nautica è uno dei settori produttivi migliori del Made in Italy. Non è che con la spaccatura ormai insanabile si rischia di fare la fine di Capitan Achab, affondato da Moby Dick?
loc-porto-lotti