Published On: Lun, Ott 23rd, 2017

A Santa Margherita si spenderà meno (e meglio)

#NOAGLISPRECHI – In vista della predisposizione del nuovo bilancio 2018, l’Amministrazione ha dato incarico all’Ufficio Ragioneria di verificare nel dettaglio tutte le voci di spesa per ridurre i costi e verificare l’eventuale sussistenza di sprechi e irregolarità.

L’Assessore al Bilancio Valerio Costa ha messo al centro dell’obiettivo in particolare le spese per utenze telefoniche e le spese per carburanti, dalle quali, da una prima analisi, sono emerse delle anomalie che sono al vaglio di approfondimenti e accertamenti.

«Nell’attuale congiuntura economica e storica, la verifica e analisi delle spese della macchina pubblica è fondamentale – dichiara il Sindaco Paolo Donadoni – in questi tre anni di esperienza abbiamo cercato di perseguire i seguenti obiettivi: da una  parte abbiamo potenziato alcuni servizi – per i quali ci sono stati investimenti anche importanti – dall’altra intendiamo ridurre gli sprechi». Il tutto cercando di non mettere le mani nelle tasche dei cittadini: da subito Tasi a zero e riduzione di alcune aliquote Imu.

Il sindaco Donadoni, al centro, con i sindaci di Rapallo e Portofino

Analogamente l’Amministrazione Donadoni ha, fin da subito, voluto abbattere le spese sia quelle per la funzione del ruolo istituzionale sia quelle di rappresentanza: infatti l’attuale Giunta e i Consiglieri di Maggioranza hanno rinunciato a telefonini, schede sim o altri benefit; gli spostamenti istituzionali, per la maggior parte dei casi, avvengono o in bike sharing ( con l’utilizzo di una tessera fornita gratuitamente dalla Progetto Santa) o con mezzi propri e senza successiva richiesta di rimborsi. Cene o accoglienze istituzionali non vengono pagate con soldi pubblici. Una sensibile diminuzione di queste voci di spesa e il controllo di costi superflui sono una priorità per un’Amministrazione efficiente e per i cittadini.