Published On: Lun, Apr 10th, 2017

A Sestri i bambini salano le acciughe e il CREA fa un labirinto di sassi

Basta con le “bad news”! Se ci sono criminali che uccidono povera gente che va in chiesa in Egitto, o cammina in strada a Stoccolma, se ci sono violenti in Italia che uccidono fidanzate o mogli: gente che ha perso la distinzione tra il Bene e il male (perdere quella distinzione significa già cadere nel male), ci sono milioni di persone che chiedono solo di poter continuare ad andare in chiesa, al ristorante, in strada.
Oppure, come avviene a Sestri Levante, persone che vogliono mantenere integra una località “benedetta da Dio”, dove può capitare purtroppo di vivere con angosce economiche, ma non in un ambiente malsano, umido, soffocato dal cemento e dal degrado. Parliamo della vita nelle spiagge di Sestri Levante, dove un bambino delle scuole primarie può imparare l’arte di una tradizione millenaria come la salagione delle acciughe, e dove persone arrivate da ogni angolo del mondo per la conferenza CREA possono “rifare” il labirinto della cattedrale di Chartres con dei sassi sulla spiaggia. Tutte le foto sono di Franco Bolzoni.
Il significato del labirinto
posto sul pavimento della cattedrale di Chartres è semplice: con pochi passi si può arrivare al Centro (cioé la verità), ma in realtà la strada che ti ci porta per davvero è lunga, difficile e tortuosa. Le scorciatoie ti portano all’opposto della verità: ovunque ma non al raggiungimento della mèta.

Labirinto, significante