Published On: Gio, Mag 2nd, 2019

A Zoagli comincia il ripristino della passeggiata a mare, dopo la mareggiata del 2018. …Ritardi? Colpa della burocrazia che tolleriamo

A Zoagli i lavori della passeggiata a mare sono finalmente “iniziati a partire”. Recentemente infatti, a seguito della firma ufficiale e della sottoscrizione da parte degli organi ministeriali, è stato possibile disporre dell’autorizzazione e del relativo sblocco dello stanziamento di circa 600.000 euro che sono stati concessi al Comune per ripristinare la passeggiata a mare distrutta in seguito ai tragici eventi occorsi lo scorso ottobre.

Un triste pensiero va alla organizzazione dello Stato italiano e delle sue Regioni, che credo sia inferiore a quella invalsa nelle ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale, come il Tajikistan. Come possiamo tollerare che solo oggi, dopo 7 MESI dalla mareggiata disastrosa, lo Stato sia riuscito ad autorizzare i fondi che già erano da esso stesso deliberati? Che colpe orrende hanno commesso gli italiani (e ne hanno commesse troppe…) per meritarsi questi pachidermi?

Per Zoagli si tratta di un importante momento che comunque sancisce il patto regionale secondo cui il Presidente Toti aveva promesso che i Comuni della riviera ligure di Levante avrebbero beneficiato dei contributi concessi dal Governo. Il Comune, nel frattempo, si è adoperato con le pratiche amministrative e burocratiche necessarie per poter avviare tali lavori e così è già pronto per avviare immediatamente l’iter richiesto dalle normative regionali e nazionali che disciplinano la pratica specifica.
Dichiara il sindaco Rocca:

Sono soddisfatto e orgoglioso del lavoro che abbiamo portato avanti e che presto permetterà a Zoagli di riavere le sue splendide e ineguagliabili passeggiate a mare che rappresentano un’attrattiva turistica a livello internazionale. Ci siamo impegnati al massimo affinché la realizzazione pratica della ricostruzione potesse avvenire prima del periodo estivo per cercare di venire incontro alle esigenze dei cittadini e dei turisti che visitano la nostra amata cittadina. Questi sono stati mesi in cui ci siamo alacremente dati da fare e costantemente occupati della trattativa in merito allo sblocco del finanziamento per riuscire a raggiungere gli obiettivi legati ad una programmazione strategica e necessaria per la ricostruzione della passeggiata”.