Published On: Gio, Mag 23rd, 2019

A12 a pezzi: si rompe giunto del viadotto a Genova est. Traffico su una corsia, 2 Km di coda

Nuovo cedimento del viadotto autostradale Veilino, sulla val Bisagno all’altezza di Staglieno, sulla autostrada A12. Grosso guaio, quindi, per la viabilità in tutto il Levante ligure, e dalla Liguria verso la Toscana, l’Emilia e il resto d’Italia. Nel frattempo, a causa del crollo del ponte Morandi (prodotto anche dalla paura di intervenire in tempo, perché ciò implicava il blocco dell’autostrada, che avrebbe prodotto rivolte micidiali), il traffico merci e di persone resta nel caos anche tra la Riviera di Ponente verso Piemonte e Francia.

Serve un piano complessivo autostrade e infrastrutture serio in Liguria. Non servono studi intergalattici: basta un ragazzino per dire ciò che occorre fare: a partire dalle bretelle autostradali di Levante e di ponente…
Basta smetterla con le chiacchiere e provarsi a fare, utilizzando le risorse private, visti i disastri di Stato e Regioni…

Il viadotto Veilino aveva già avuto in passato gravi problemi strutturali, dovuti all’azione di una falda acquifera sotterranea (rio Veilino) che ne mina la stabilità.
Oggi si è rotto un giunto, non si sa se a causa delle piogge e della falda (tamponata a stento con pozzi artesiani, il che lascia francamente perplessi), oppure perché si è rotto un giunto di collegamento tra un piano e l’altro del viadotto, il lascia non meno perplessi… Non siamo infatti lontani dal Rio Fereggiano, che produsse danni e morti pochi anni fa…

Disagi ovvi, con un’autostrada a due corsie, soffocata dal traffico dei TIR che nessuno vuole e tutti vogliono (vedi No TAV, sintomo del grado zero dell’attività mentale italiana)…
SI sono formate code di due chilometri, perché sul viadotto si viaggia su una sola corsia... E ciò è già quasi un miracolo: si immagini cosa potrebbe succedere a Genova con -oltre al caos del ponte Morandi- un’interruzione prolungata a Levante e il traffico autostradale deviato sull’Aurelia fino a Nervi…