Published On: Mar, Apr 22nd, 2014

Addio a Claudio G. Fava, una sua battuta su Portofino

I più giovani non ricorderanno certo Claudio G. Fava, il critico cinematografico della Rai che per anni ha organizzato, gestito e presentato la programmazione cinamatografica nei canali Rai. Erano anni in cui il film veniva ancora “presentato” da un critico esperto, il che servirebbe infinitamente ancora oggi per formare e informare i più giovani e non solo loro.

Ho conosciuto Claudio G. (un vezzo, quello del secondo nome puntato) perché era stato scritturato dal regista di Beautiful nel corso delle riprese di alcune puntate del mega serial hollywoodiano, che furono girate a Camogli (Cenobio dei Dogi, e a Portofino (nel centro storico e nel porto e all’hotel Splendido). Mi occupavo della gestione dell’evento.
Era vestito come suo solito: col farfallino scuro e un completo blu (anche quello un vezzo studiato ad arte, un segno di riconoscimento per il pubblico), ed era scritturato come membro di una fantomatica giuria che doveva valutare un defilé di moda.

Ricordo alcune sue memorabili battute, e la sua citazione di quella degli anni 50′, secondo la quale Genova era considerata negli Stati Uniti, Regno Unito etc. come “quella cittadina che si trova vicino a Portofino” (il borgo allora era molto più importante e conosciuto nel mondo di allora, e non solo di allora, rispetto a Genova).
Era una persona estremamente raffinata e colta. Purtroppo un malore improvviso lo ha colpito nel giorno di Pasqua.

Claudio G. Fava

Claudio G. Fava

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>