Aimeri: “bonifici partiti”, i sindacati sospendono lo sciopero regionale del 18 marzo

Aimeri protesta lavoratori in comuneRAPALLO. Sciopero sospeso. E’ questo l’esito dell’incontro genovese di questo pomeriggio svoltosi presso la Prefettura. Nello studio del Prefetto, dott. Giovanni Balsamo, erano presenti il Sindaco di Rapallo Giorgio Costa ed i colleghi della Val Petronio, rappresentanti di Aimeri Ambiente, Inps e sigle sindacali.

“I bonifici sono partiti regolarmente stamani – ha assicurato ai presenti la responsabile amministrativa dell’azienda Alessandra De Andreis – i dipendenti riceveranno gli emolumenti dovuti al più tardi lunedì mattina”.

I sindacati hanno accolto con favore il lieto evento, così almeno viene giudicato da rappresentanti sindacali e lavoratori dopo i ritardati pagamenti occorsi nei mesi precedenti, ed hanno quindi optato per una sospensione dello sciopero regionale unitario proclamato per il prossimo lunedì 18 marzo.

Si è poi tornati a parlare del cosiddetto “federalismo aziendale“, accezione giuridicamente errata che tuttavia identifica nell’immaginario quel progetto, proposto dai vertici Aimeri nell’incontro di Rapallo dello scorso 21 febbraio, grazie al quale i Comuni virtuosi del Tigullio verserebbero i canoni dovuti all’azienda su conti correnti vincolati al territorio. Gli importi versati dalle municipalità del Tigullio non confluirebbero più nel calderone debitorio e creditorio nazionale (si stima in 100 Milioni di Euro il credito vantato da Aimeri nei confronti di numerose Amministrazioni del centro e sud Italia), bensì resterebbero in loco. Un espediente che dovrebbe quindi garantire  una maggior puntualità nei pagamenti della ditta alle numerose maestranze impiegate oltre che a fornitori e subappaltatori ed a copertura dei costi di servizio e manutenzione del parco mezzi.

“Documenti scritti ancora non se ne sono visti – riferisce il Sindaco di Rapallo Giorgio Costae forse quella odierna non era neppure la sede più idonea, ma la proposta è stata comunque ribadita dalla responsabile amministrativa di Aimeri Ambiente De Andreis”. Ad oggi, su quest’ultimo fronte, nulla di nuovo rispetto agli accordi verbali dello scorso 21 febbraio.

“Potrebbe essere una soluzione – riferiva prudentemente il Sindaco di Sestri Levante Andrea Lavarello – ma dobbiamo verificarla per non rischiare di cadere in trappoloni”. Dello stesso avviso anche il Sindaco di Rapallo Giorgio Costa: “E’ una soluzione? Sicuramente è un’ipotesi, ma ve la confermerò dopo essermi consultato circa la fattibilità con avvocati e funzionari”.

Per lunedì prossimo è quindi scongiurato il rischio di assistere inermi a città invase dai rifiuti, ma nella stessa giornata Sindaci, azienda e Sindacati torneranno a riunirsi dal Prefetto di Genova con l’intento comune di risolvere questa delicata situazione una volta per tutte.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>