Published On: Ven, Mag 17th, 2013

Aimeri e i Comuni del Tigullio orientale: stato di guerra

Pesante, quanto moderata lettera aperta dei sindaci e degli assessori di Sestri Levante, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Moneglia, sul tema scottante della raccolta dei rifiuti RSU. AImeri è in crisi strutturale; i disservizi sono evidenti a tutti; ma il contratto blocca ogni iniziativa. Non c’è che da attendere che arrivi un nuovo gestore. Nel frattempo ecco cosa comunicano gli amministratori:

Considerato:

–        che alcuni servizi di ritiro e conferimento dei rifiuti urbani nel territorio dei Comuni di Sestri Levante, Casarza Ligure, Moneglia e Castiglione Chiavarese di competenza della ditta “Aimeri Biancamano” vengono ritardati o non effettuati;

–        che la stessa azienda agisce anche in altri Comuni del Tigullio, che come i nostri, hanno sempre rispettato la convenzione ed i protocolli di intesa;

–        che la ditta “Aimeri Biancamano” giustifica la propria difficoltà ad effettuare i servizi pattuiti individuando nelle Pubbliche Amministrazioni a livello nazionale, responsabili di ritardi nei pagamenti,  la causa dei disservizi.

I Comuni del comprensorio della Val Petronio scusandosi con i cittadini per i disagi verificatesi, continueranno, come già avvenuto, a compensare i disservizi ascrivibili alla suddetta azienda fino ad espletamento del bando di gara in corso per la gestione comprensoriale dei rifiuti, agendo anche attraverso percorsi legali affinché siano riconosciute le responsabilità.

I Sindaci e gli Assessori all’Ambiente dei Comuni di Sestri Levante, Casarza Ligure, Moneglia e Castiglione Chiavarese.

Andrea Lavarello                   Luigi     Di Lorenzo

Claudio Muzio                       Roberto  Musso

Claudio Magro                       Franco   Botto

Giovanni Collorado                Angelo   Botto

gestione dei rifiuti urbani

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. L’importante è pagare la TARSU. I cittadini che sentono l’olezzo della rumenta oltre che quello del depuratore,ora sono tutti felici. Esistono posti dove ci sono i contenitori che debordano di spazzatura. Sia Napoli che Palermo hanno dato un buon esempio. In quelle città opera,per caso,la Ditta Aimeri? E la differenziata,tanto agognata,resta solamente un sogno.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>