Published On: Mar, Feb 18th, 2014

Al via il Polo Tecnologico della Baia del Silenzio

compleso dell'annunziata sestri levanteSESTRI LEVANTE. Primi risultati concreti per il Polo Tecnologico della Baia del Silenzio, con l’arrivo delle prime tre aziende innovative nel Convento dell’Annunziata e a Palazzo Cambiaso. Sono tre le società che si insedieranno nelle prossime settimane, per un totale di oltre 60 occupati, (Sedapta, Tecnoriva, Campolabs): La Presentazione delle prime 3 aziende che hanno aderito al progetto del “Polo Tecnologico della Baia del Silenzio” avverrà in un incontro specifico, giovedì 13 marzo, alla presenza delle aziende stesse, oltre che di Regione Liguria con l’Assessore allo Sviluppo Economico Renzo Guccinelli e di significativi rappresentanti del mondo economico.

“Vengono attratte sul territorio sestrese competenze e occupazione di qualità nel campo dell’economia digitale, di grande prospettiva per il territorio – commenta il sindaco valentina Ghio -. Inoltre, viene valorizzata una realtà locale in un settore in crescita come quello della green economy, che si consolida e si amplia con nuovi occupati, con il suo inserimento nel Polo Tecnologico della Baia. Sedapta aggrega un gruppo di imprese di innovazione tecnologica, (Nicim s.r.l., con sede a Savona, che produce applicazioni per la pianificazione e schedulazione industriale, Infinity Technology Solution S.p.A, con sede a Genova, che offre servizi e soluzioni per l’automazione industriale, Advenco GmbH, società tedesca con prodotti e soluzioni mobile per l’automazione industriale), che forniscono prodotti e servizi ad alto valore aggiunto per l’automazione e l’ottimizzazione della produzione industriale. Ad esempio, si pensi ai servizi per consentire alle imprese del nostro territorio di competere in un mercato completamente globalizzato, o a come migliorare la qualità di un prodotto minimizzandone lo spreco, o a come formare il personale per raggiungere elevati standard produttivi”.

palazzo negrotto cambiaso sestri levanteCon oltre 150 addetti e un fatturato aggregato di oltre 12M€, Sedapta ha trovato nella qualità dell’ambiente e nei servizi convegnisti offerti dal polo tecnologico di Sestri Levante un contesto ideale e avvierà da marzo l’insediamento della direzione Sales & Marketing e nuovi startup di innovazione tecnologica negli spazi del Convento dell’Annunziata con un piano industriale che prevede 30 addetti ed un obiettivo di crescita occupazionale sul territorio ligure di 60 addetti nel prossimo triennio. Inoltre, Sedapta si propone di promuovere il rapporto con il territorio con progetti di stimolo all’imprenditoria locale e laboratori condivisi con gli istituti scolastici e le associazione di categoria per la divulgazione/sperimentazione di tecnologie innovative, come ad esempio il 3D printing.

Tecnoriva s.a.s. è un’affermata realtà sestrese (20 persone a contratto a tempo indeterminato) è formato essenzialmente da giovani tecnici (di cui 9 ingegneri), ad essi sono affiancati altri 15 tecnici di lunga esperienza. Il settore è quello dell’ingegneria e service di turbina a vapore utilizzate nel campo della produzione di energia da rinnovabili e biomasse (Green Economy). Di recente l’azienda ha avviato anche una sede canadese con conseguente sviluppo iinternazionale. Con l’avvio del progetto del Polo Tecnologico si prevede l’incremento di tre figure professionali: un ingegnere meccanico progettista, un tecnico diplomato “elettrico” e un impiegato per la contabilità.

Campolabs è una start-up che si occupa della progettazione di Appliance in ambito Big Data Analytics, ovvero sistemi software e hardware ingegnerizzati per lavorare insieme e trarre valore economico dai dati. Ad esempio i dati che consentono ad Amazon a raccomandarci un libro che interessa o a Vodafone di sapere che stiamo per cambiare gestore, oppure i dati che consentono a ING di decidere se concederci un prestito. Un luogo come Sestri Levante, oltre ad essere adatto per l’organizzazione di convegni sul tema, è uno stimolo per la creatività e l’innovazione, la costituzione della “Silicon Bay” promuove la sinergia tra persone che credono nell’innovazione come motore del progresso.

“Il progetto a Palazzo Cambiaso sarà avviato nel mese di Marzo, inizialmente con la figura di un ingegnere con la previsione di integrare entro fine anno altre due persone. La presenza di un “polo tecnologico” che sia laboratorio di innovazione, che preveda negli stessi spazi diverse esperienze, iniziative imprenditoriali, start up, può rappresentare quindi un’ulteriore occasione di sviluppo per il nostro territorio – prosegue Ghio -. Ad attrarre le imprese della new economy non è la quantità degli spazi disponibili (come avveniva per le imprese tradizionali), ma la qualità degli spazi, la loro collocazione, il contesto. Il Complesso della Baia del Silenzio, rappresenta l’ambiente ideale per il Polo di imprese ad alta innovazione, per la posizione unica, di stimolo per la creatività, la possibilità di collegarsi ad una forte tessuto di ricezione alberghiera e la presenza di servizi convegnistici connessi o adatti per l’alta formazione. Le ricadute di un polo per l’innovazione sul nostro territorio sono numerose: dalla possibilità di crescita occupazionale delle singole imprese, con nuove occasioni di lavoro di qualità, all’attrazione di nuove imprese, che inserendosi in un contesto ideale per l’innovazione e lo sviluppo tecnologico possano creare un effetto “moltiplicatore” di tutti i soggetti coinvolti, alle relazioni con il territorio ed il tessuto economico; dall’indotto, per la ricettività alberghiera, il marketing territoriale, la convegnistica di settore, alla già citata possibilità di arricchire le competenze dei nostri istituti scolastici con la presenza di un laboratorio per la divulgazione e la sperimentazione di tecnologie innovative, (come ad esempio il 3D printing), che siano di stimolo per lo sviluppo dell’imprenditoria locale. Per rafforzare i servizi messi a disposizione per l’insediamento di nuove aziende digitali, il Comune di Sestri Levante, contestualmente all’avvio del Polo tecnologico, sta realizzando una nuova rete in fibra ottica che collegherà Palazzo Negrotto Cambiaso e l’Annunziata alla rete digitale comunale. In questo modo, le Aziende e le associazioni interessate potranno usufruire di una connessione a 10 Mbit/sec. bilanciato, cioè ad una velocità notevolmente superiore a quelle attualmente messe a disposizione con contratto ordinario di fornitura. La realizzazione da parte del Comune di una rete in fibra ottica, concepita inizialmente per un migliore collegamento fra le sedi comunali e per un potenziamento del sistema pubblico di video sorveglianza, potrà estendersi ad altre zone della città, rendendo possibili per un numero maggiore di soggetti, innanzitutto economici, di disporre di connessione a banda larga ad elevata prestazione. Il Polo Tecnologico è inoltre un’esperienza che non si limita a Sestri Levante, ma può rappresentare una risposta concreta alle domanda di “incubatori di imprese innovative” nel Tigullio, come emerso nel dibattito pubblico in questi mesi”.

Displaying 4 Comments
Have Your Say
  1. Marco ha detto:

    Sono sempre i soliti noti….

  2. Syynapse ha detto:

    Concordo. E’ tutta politica. Ed è una cosa sporca. Giovano sulle persone e sulle loro famiglie chi non avendo nessun rispetto. Non cascate a qeusto tipo di iniziativa all’Italiana!

  3. Fox ha detto:

    Se fanno come gli altri restano qualche anno e poi lasciano per strada un bel po’ di persone.

  4. Mykros ha detto:

    Ricordatevi di Aqualatina e di tutti gli altri.
    Non bisogna credere alle favole!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>