Published On: Mer, Apr 3rd, 2013

Albergatori di Rimini denunceranno Meteo.it, Rai e Mediaset

Sembra davvero eccessiva questa presa di posizione dell’Aia (Nomen Omen?). Sembra replicare la delirante condanna della magistratura ai sismologi che non seppero profetizzare il disastroso terremoto de L’Aquila. Allora rise tutto il mondo (e non solo la comunità scientifica internazionale.
Denunciare i “profeti” del tempo sembra qualcosa di simile al delirio del magistrato antisismologi.
Ma indica che -essendo ormai il limone spremuto e la coperta troppo corta- invece di stabilire un clima di concordia, in Italia si preferisce sbranarsi l’un l’altro.
Rispetto al Tigullio, alcuni hotel si sono “salvati” grazie alle prenotazioni dei gruppi. Segnalati turisti tedeschi, in calo quelli italiani. Ma l’aspetto negativo era duplice: il meteo che era (comunque dica l’Aia di Rimini) nuvoloso e freddo, e la Pasqua troppo in anticipo. La tenuta del comparto alberghiero si vedrà nei ponti del 25 aprile e Primo maggio.

RIMINI (Corriere della Sera Romagna)«Non tollereremo, per il futuro, errori simili a quello recentemente commesso». L’Aia (Associazione italiana albergatori) della riviera di Rimini passa alle vie legali e manda una vera e propria diffida, scritta da un legale, ai media «iettatori», che con le loro previsioni meteo sbagliate sono corresponsabili della scarsa affluenza turistica in questi giorni di Pasqua.

 AZIONI LEGALI – Intanto, non esclude l’intenzione di «agire nelle sedi opportune» per «ottenere il risarcimento dell’enorme danno subito dai nostri associati a causa delle errate informazioni divulgate». La missiva guerrigliera è stata già inviata, questo pomeriggio, a Meteo.it e domattina partirà anche alla volta di Rai e Mediaset. L’Aia, si legge nella lettera firmata dalla presidente Patrizia Rinaldis, accusa i media di essere stati «negligenti» e «poco scrupolosi» nel lanciarsi in previsione meteo, ma anche nel diffondere le notizie. «I siti online non sono stati aggiornati da sabato, chi andava a leggere trovava sempre e solo pioggia, pioggia e pioggia. Se fossero stati diligenti e li avessero aggiornati, qualcuno sarebbe potuto venire magari a farsi la giornata di Pasquetta», spiega Rinaldis su tutte le furie.

LA LETTERA – Nella lettera, gli albergatori lamentano un «enorme pregiudizio economico» dovute alle «errate previsioni del tempo da voi diffuse», che «hanno certamente causato la drastica riduzione dell’afflusso turistico verso il nostro territorio». Secondo l’Aia, le previsioni meteo diffuse dai tre media sott’accusa non hanno tenuto conto del «peculiare contesto geografico e morfologico» della riviera. E sono stati incaute: ci volevano «maggiore diligenza, perizia e soprattutto prudenza», reclamano gli albergatori…

Hotel Burj al Arab 7 stelle

Hotel Burj al Arab, 7 stelle

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>