Published On: Gio, Feb 6th, 2014

Alessandro Lavarello ribadisce il netto No del M5S al depuratore comprensoriale di Lavagna

Il portavoce e candidato sindaco del Meetup 5 Stelle di Lavagna, Alessandro Lavarello, denuncia il progetto del depuratore comprensoriale, schierandosi decisamente dalla parte contraria alla soluzione che al momento incontra il favore della Regione e di tutti i Comuni del Tigullio orientale e delle valli dell’Entella, di centrodestra come di centrosinistra. Contro la infrastruttura si schiera però una parte della base di centrodestra e centrosinistra, oltre ad associazioni, al Comune di Chiavari (per i possibili rischi di esondazione) e al M5S.

Scrive Lavarello: ” Ricordiamo il nostro chiaro NO al muraglione della così detta “Diga Perfigli” ed alla Colmata alla foce del Fiume Entella. L’amministrazione Caveri – Vaccarezza sta portando avanti con determinazione, e senza ascoltare i cittadini lavagnesi, il progetto della Colmata e del relativo depuratore comprensoriale.

…Sostengono che sia fondamentale per il turismo, Secondo il vicesindaco Caveri:Il depuratore comprensoriale non è un’ imposizione verso la cittadinanza ma un opportunità’ per il turismo e il futuro di Lavagna”.
Sulla base dei progetti presentati dal gestore Iren e dal Comune, a Lavagna arriveranno i liquami di Sestri Levante, Casarza, Castiglione Chiavarese, San Salvatore, Carasco e Ne. Questo è quanto hanno sempre affermato le parti in causa Iren e Comune senza però spiegare le ragioni per cui tale progetto abbia una potenzialità per il trattamento di liquami corrispondenti addirittura a 150.000 A/E (Abitanti Equivalenti).
Inoltre, noi come Movimento Cinque Stelle chiediamo perchè vi sia un documento della Provincia di Genova del 2012 “Interventi sulla depurazione acque reflue programmati in provincia di Genova” che prevede il collegamento in tempi successivi di altri comuni ed esattamente :
2° fase allaccio degli scarichi dei comuni di Cicagna, Neirone, Moconesi.
3° fase allaccio degli scarichi dei comuni di Chiavari, Zoagli, Leivi, Tribogna. 
Pertanto chiediamo al Sindaco Vaccarezza di spiegare ai cittadini, il nesso tra smaltimento e trattamento dei liquami di quasi tutto il Tigullio e conseguente sviluppo del turismo e delle attività commerciali della città.
E’ intuibile come tali lavori di Colmata e Diga Perfigli, comporterebbero disagi proprio alle attività commerciali e balneari della città che già in difficoltà, sono spesso unica fonte di lavoro e reddito per tanti lavagnesi, i quali non possono permettersi nemmeno 1 mese di calo del lavoro, mentre invece si ipotizzano disagi per anni ed anni.
Il Sindaco deve inoltre spiegare alla popolazione perchè ha taciuto il fatto che c’è un progetto finalizzato al trattamento dei liquami di tutto il territorio. 
Altro fatto purtroppo non noto ai cittadini lavagnesi ma verificabile dal PAR (Programma Attuativo Regionale) Riprogrammazione 2012, in cui si dice che la Diga Perfigli potrà essere utilizzata quale eventuale percorso per la posa delle condotte fognarie convergenti sul depuratore della zona.

Tutti questi dati da noi citati sono reperibili sul sito della Regione, dove sono ipotizzati anche i relativi costi.
L’appello che facciamo è richiamare il diritto dei cittadini di Lavagna ad essere informati sulla reale portata devastante di queste opere imposte, non condivise e costantemente nascoste.

Riferimenti:
Dati relativi alla 2 e 3° Fase
http://www.cartografiarl.regione.liguria.it/SiraRsaFruizionePubb/IndicatoreRsa.aspx?page=1&Anno=2012&Codtrel=RSA&Sezione=7&Riga=8&FlagQuadroTot=0
Dati relativi alla posa nelle difese spondali reperibili dal PAR (Programma Attuativo Regionale) FAS 2007- 2013 – Riprogrammazione 2012, pagina 56.

Depuratore Lavagna fasi allaccio

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Pino ha detto:

    Direi che più chiaro di così.. vogliono trsformare la città nel “CESSO DEL TIGULLIO”!!
    Ma soprattutto Regione, Provincia, Caveri mentono, mentono, mentono.
    Chi li vota ancora vuol suicidare la città!!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>