Published On: Mar, Set 19th, 2017

Alzheimer nel Tigullio: convegno per la Giornata mondiale contro la malattia

Secondo il rapporto mondiale Alzheimer del 2016 nel mondo vi sono 47 milioni di persone affette da demenza, con una tendenza al raddoppio ogni 20 anni.
Ogni anno infatti vengono diagnosticati  nel mondo 9,9 milioni di casi: 1 nuovo caso ogni 3,2 secondi.
Nella malattia di Alzheimer è fondamentale la diagnosi precoce, che permette di attivare  le attuali opzioni terapeutiche, con un rallentamento nell’evoluzione della stessa.
Solo  una maggiore conoscenza dell’ “universo demenza” , da parte delle famiglie  e della società, permette di far vivere il lungo periodo della malattia nel modo migliore possibile sia per chi ne è colpito che per chi se ne prende cura.
Nella ASL 4, territorio dove la percentuale di persone over 65 anni ha superato il 28%, è stato istituito un ambulatorio multidisciplinare  delle demenze, con presenza del geriatra, del neurologo e dello psichiatra che segue ad oggi 1.314 cittadini affetti da demenza. Nell’ambulatorio multidisciplinare viene formulata la diagnosi e il cittadino viene preso in carico per accompagnarlo nelle varie fasi della malattia che possono coprire un intervallo temporale dai 7 ai 10 anni; in questa presa in carico viene supportata e coinvolta la famiglia  sulla quale ricade il maggior onere dell’assistenza soprattutto nelle fasi avanzate.
Villa Sorriso (Struttura Privata Accreditata), in collaborazione con la ASL4, ha organizzato per la Giornata Mondiale dell’Alzheimer un Convegno dal titolo: “La Demenza di Alzheimer: novità e attuale stato dell’arte” che si svolgerà il 22 settembre presso il Teatro Auditorium delle Clarisse, Piazzale Escrivà a Rapallo.

Il Convegno per l’attualità e l’importanza sociale ha ottenuto il patrocinio della Regione Liguria, dell’Università di Genova, del Comune di Rapallo e della Associazione Italiana Malati Alzheimer del Tigullio (AIMA), della Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP), della Società Italiana di Geriatria e Gerontologia, (SIGG). La sessione pomeridiana è aperta alla popolazione sia con l’intento di aumentare la  conoscenza sulla demenza, sia per ricercare nuove possibili soluzioni assistenziali insieme a chi vive in prima persona la malattia.