Published On: Mer, Giu 5th, 2013

Amministrative Sestri Levante: Ultime battute e poi al voto.

editoriale 3

Il momento della sfida finale  Ghio – Sivori  è quasi alle porte. Per  Sestri Levante in ogni caso dovrebbe essere, a detta dei candidati, un’amministrazione nuova e innovativa in ogni senso: volti e progetti nuovi per rilanciare Sestri Levante a livello turistico ma anche per migliorarla e renderla più fruibile dai cittadini.

 

Mentre da una parte il candidato Massimo Sivori, con molta trasparenza,  ha già svelato i nomi di qualche assessore e messo sul piatto di Tassano e Rossignotti ( esclusi dal ballottaggio al primo turno )  la carica di vice sindaco e di un assessore col compromesso di indirizzare i loro voti a suo favore, per l’assessorato Ghio tutto tace.

Per i “grillini” di Tassano, invitati da lui stesso ad astenersi dal voto come M5S ma non come cittadini, sarà una scelta che scavalcherà le regole del ” Non Statuto di Beppe Grillo “. La cosa certa è che,  con la vittoria della Ghio, i “grillini ” potranno avvalersi di una figura il più in consiglio comunale; ma il “Non Statuto” non sempre fa gli interessi del movimento e questo è quello che è stato evidenziato nell’incontro pre-elettorale che Tassano ha tenuto con i suoi nella biblioteca di Riva Trigoso.

Dall’altra sponda, i cittadini si stanno chiedendo se, da parte della Ghio, ci sarà davvero il cambiamento tanto osannato durante la lunga campagna elettorale della lista ” La Sestri che Vogliamo”. Si stanno chiedendo se davvero ci saranno i volti nuovi o se invece verranno riscoperti ( come si legge in qualche riga nei social network ) i “vecchi dinosauri” già presenti da anni nelle file comunali dei quali è cambiata solo la bandiera ma non la carica e la poltrona.  Sembra quasi, leggendo qui e là, ascoltando i discorsi per la strada o spulciando nelle discussioni dei gruppi Facebook  ” La Piazza ” e nel “ Gruppo Mugugni di Sestri Levante“, che sono stati parte attiva in queste elezioni, ospitando discussioni più o meno accese da parte dei singoli cittadini o dei candidati nelle liste, che la preoccupazione più grossa non sia tanto l’insediamento del nuovo sindaco bensì la composizione del nuovo assessorato Sestrino.

Ma nonostante tutto siamo arrivati all’epilogo e perciò Lunedì 10 Giugno finirà tutto e forse inizierà qualcosa di nuovo. Finirà tutta una seria di eventi, feste, incontri, spettacoli musicali che nessuno ricorda di avere mai visto o vissuto a Sestri Levante.

Nessuno si è mai sentito così coinvolto ( o stufato ) come in questi ultimi due mesi. E nel “Gruppo Mugugni ” c’è chi propone l’inverosimile all’insegna del buonumore :

«Certo che per movimentare le giornate Sestrine, ci sono volute le elezioni.. non e’ uno scherzo..potremmo proporre di farle tutti gli anni..»

 

 

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. danilo ha detto:

    Mi ricorda Lauro, la scarpa destra prima la sinistra dopo, forse

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>