Published On: Mer, Gen 9th, 2019

Anche a Lavagna i lampioni a led: 25.000 € di risparmio annuo. Ma in Norvegia…

Il Comune di Lavagna sta procedendo all’installazione di 270 punti a luce a led che porteranno, nell’arco di un anno, ad una riduzione dei costi di circa 25.000 €. Gli interventi, che consistono nella sostituzione dei corpi illuminanti basati su sorgenti al sodio con nuovi corpi a led dotati di riduzione di flusso (mezzanotte virtuale), sono già stati eseguiti in via Moggia e via Fieschi, piazza della Libertà, via F. Filzi, via Sanguineti e via Roccatagliata. A breve, si provvederà alla sostituzione dei corpi illuminanti attualmente in uso sulla sovrapiastra portuale, in salita lo Scoglio, in via S. Gabriele, in parte di via Garibaldi e in alcune località frazionali. L’intervento, eseguito direttamente da personale comunale, comporta un investimento di circa 55.000 euro, finanziato in gran parte con il contributo erogato dal Ministero dell’Interno. Tale disposizione prevede il rimborso integrale degli oneri delle Commissioni straordinarie dei Comuni sottoposti a commissariamento ex art. 143 del D.lgs.

Si vedano però due dati ancora da chiarire: 1) il LED causa problemi? 2) Perché in Norvegia sono all’avanguardia?

IN NORVEGIA SONO PIU’ AVANTI: USANO IL CRANIO ANCHE PER L’ILLUMINAZIONE PUBBLICA, ANCHE SE HANNO TANTE TRIVELLE E TANTO PETROLIO…
In Norvegia i lampioni si accendono solo quando passano le auto.
La Comunità che amministra gli ex vichinghi (“amministrare” è ben diverso da “governare”, così come la democrazia è migliore del feudalesimo) ha installato dei lampioni “auto-oscuranti” in alcune parti del paese per ridurre gli sprechi energetici. Il quotidiano La Repubblica riferisce che “lungo un tratto di cinque miglia vicino a Hole, poco lontano da Oslo, le luci a LED si abbassano al 20% della potenza quando in zona non c’è nessuno. Ma quando un’automobile (o un ciclista o un pedone) passa, un sensore collegato ai lampioni fa accendere le luci al 100%. Dopo che la macchina è andata via, le luci tornano a spegnersi.”. (Video di La Repubblica).