Published On: gio, Nov 22nd, 2018

Anche a Sestri levante sarà possibile raccogliere il legname spiaggiato?

Il consigliere Marco Conti rilancia anche a Sestri levante la (giusta) policy fatta a Chiavari sulla possibilità di raccogliere il legname spiaggiato dopo le mareggiate da parte dei privati, come nei millenni i popoli hanno sempre potuto fare.

RICORDIAMO COM’ERA UN TEMPO…
Lo stesso avveniva anche per i boschi, dove, fino a pochi decenni fa, gli umani potevano essere liberi di raccogliere la legna secca caduta dagli alberi, il che contribuiva a tenere i boschi della Liguria sani e a minore rischio di incendio, oltre che con sentieri più percorribili. Abbiamo anche ricordato che -quando queste elementari regole di libertà e buon senso erano invalse- fino agli anni ’50 i ragazzini delle scuole di Portobello a Sestri levante PRIMA di entrare in classe facevano un giro sulla Mandrella o dietro la chiesa di San Nicolò dell’Isola, per raccattare la legna che poi veniva messa nella stufa di classe.
Oggi –se avvenisse qualcosa di simile, come ancora avviene in Norveglia, Svezia, Canada, Stati Uniti, Australia, Scozia… dove si fa scuola all’aperto magari sotto la neve, e i ragazzi si temprano e conoscono la realtà della natura…- se avvenisse qualcosa di simile i ragazzi raccogli-legna finirebbero in un carcere minorile, il preside della scuola andrebbe all’ergastolo a Marassi, i genitori sarebbero costretti a fare cicli di rieducazione psichiatrica…

Riteniamo però che la proposta -anche se lanciata da un esponente della minoranza- sarà approvata all’unanimità: a Sestri Levante c’è del buon senso, di fronte alle emergenze e alle diverse necessità, anche per piccoli dettagli, come la raccolta di legname spiaggiato dalle onde.

Scrive Conti:
“Ho apprezzato molto l’iniziativa del Sindaco di Chiavari che – con un’apposita ordinanza – ha dato la facoltà ai privati di prendere, per uso personale e senza scopo di lucro, la legna spiaggiata per bruciarla nelle stufe di casa. 

Pertanto, ho ritenuto necessario e contingente con l’attuale situazione presentare una mozione in Consiglio Comunale per impegnare il Sindaco a emettere un’ordinanza in tal senso. 

E’ chiaro che l’ordinanza non deve limitarsi solo agli effetti dell’ondata di maltempo del 29 ottobre u.s ma avere efficacia ogni qualvolta si verifichino eventi meteo marini eccezionali con piogge intense e mareggiate.

La legna non raccolta a Chiavari sarà accatastata in piccoli falò, dopo essere stata separata da altro materiale, e sarà bruciata, evitando così di essere trasportata fino in Norvegia, dove si lavora per produrre energia dalle biomasse, magari con l’umido di Napoli…

MOZIONE Il sottoscritto Consigliere Comunale Marco CONTI
Chiede che venga inserita all’ Ordine del Giorno della prossima seduta di Consiglio Comunale la seguente mozione ad oggetto:

Raccolta, rimozione, asporto e riutilizzo del materiale ligneo accumulato sulla spiaggia 

PREMESSO CHE:

  • Nelle giornate del 29-30 ottobre 2018 si sono verificati eventi meteo marini eccezionali con piogge intense e mareggiate che hanno interessato le aree del demanio idrico e marittimo del territorio del Comune di Sestri Levante;
  • Quando si verificano eventi metereologici di questa portata si verifica lo spiaggiamento sull’arenile di una notevole quantità di materiale ligneo e vegetale, canne e alghe;

RILEVATO CHE la rimozione di detto materiale risulta opportuna affinché non costituisca ulteriore fonte di rischio in occasione di possibili ulteriori eventi;

RICHIAMATA la D.G.R n° 1058 del 05/10/2015, di approvazione delle linee guida regionali per la combustione del materiale ligneo depositato sulle spiagge, per quei territori in cui sia dichiarato lo stato di emergenza tipo “b” (livello provinciale) e tipo “c” (livello regionale);

VISTA la nota trasmessa dalla Regione Liguria con la quale informa che con Delibera del Consiglio dei Ministri dell’8 novembre 2018 è stato dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici del 29 ottobre 2018;

VISTA la nota dell’ISPRA del 9 gennaio 2014 con la quale è stato specificato che, previa ispezione visiva da parte della P.M ai fini delle verifica dell’assenza di materiali estranei, il materiale ligneo può essere messo a disposizione dei cittadini per il successivo riutilizzo;

VISTA l’ordinanza n° 23 del 20 novembre 2018 del Sindaco di Chiavari;

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

  • A predisporre un’apposita ordinanza, come ha fatto il Comune di Chiavari, affinché si autorizzino i cittadini interessati alla raccolta, rimozione, asporto e utilizzo del materiale accumulato sulla spiaggia ogni qualvolta si verifichino eventi meteo marini eccezionali con piogge intense e mareggiate ribadendo quanto segue:
  1. La raccolta deve essere finalizzata all’uso personale e non dovrà avere scopi di lucro;
  2. La responsabilità della raccolta e del trasporto del legname deve restare a carico di chi effettua le operazioni manlevando l’amministrazione comunale da eventuali richieste di risarcimento danni…

Centocroci, ghiaccio by Tigullio news