Published On: ven, Nov 23rd, 2018

Anche a Sestri si può raccogliere il legname spiaggiato. Si inaugura la Casetta dello Sterza

Il grave maltempo di fine ottobre ha, tra le altre cose, lasciato depositata una abbondante quantità di materiale ligneo sulle aree demaniali, che occorre ora asportare e pulire, per le parti di competenza dei concessionari degli stabilimenti balneari e del Comune per le spiagge libere, anche per evitare che vada a costituire ulteriore fonte di rischio in occasione di possibili ulteriori eventi.

Per questa ragione il Sindaco di Sestri Levante ha emesso una Ordinanza con la quale si informano i cittadini che il materiale ligneo depositato sulle spiagge è a disposizione dei privati cittadini, ai fini della combustione in impianti termici previa verifica, da parte degli organi di Polizia Municipale, dell’assenza di materiale estraneo.

I cittadini interessati sono autorizzati alla raccolta del materiale ligneo accumulato sulla spiaggia solo per uso personale e senza scopi di lucro, con l’impiego eventuale di mezzi meccanici limitato esclusivamente alle operazioni di trasporto fuori dall’area demaniale. La responsabilità della raccolta e del trasporto del legname resta a carico di chi effettua le operazioni è potrà avvenire dalle 7,00 alle 17,00 dal lunedì al sabato.

In caso la soluzione sopra descritta non fosse risolutiva per l’eliminazione completa del legname, i  concessionari degli stabilimenti balneari potranno procedere all’abbruciamento del materiale direttamente sull’arenile adottando però una serie di prescrizioni, descritte all’interno dell’ordinanza.

DOMENICA 25 NOVEMBRE SI INAUGURA LA CASETTA DEL PARCO STERZA: UN PUNTO DI AGGREGAZIONE E DI RIFERIMENTO PER GLI ABITANTI DEL QUARTIERE DI PILA

 “Con il parco e la casetta il quartiere di Pila ha cambiato volto, non solo dal punto di vista estetico ma anche da quello della socialità, un valore importante che consente ai nostri quartieri di essere vivi e ai cittadini di essere attivi nella cura del luogo in cui vivono. – commenta la Sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio – Fin dalla sua inaugurazione il parco Sterza ha dimostrato di essere un parco vivo, ampiamente vissuto dagli abitanti del quartiere ma non solo, grazie anche al grande lavoro portato avanti dall’ass. NoidiPila, che desidero ringraziare per il grande impegno e l’entusiasmo che mettono in tutte le attività che organizzano.”

L’inaugurazione ufficiale della casetta inserita all’interno del parco Sterza, nel quartiere di Pila, è in calendario per domenica 25 novembre, alle 15: un pomeriggio di festa, nello spirito che muove l’associazione di quartiere, con tombola, giochi e merenda per tutti.

La casetta costruita all’interno del parco è un investimento ulteriore, pari a 60.000€ che l’Amministrazione Comunale ha deciso di dedicare al quartiere di Pila, nell’ottica di promuovere e sostenere le forme di aggregazioni dei quartieri cittadini con l’obiettivo di rendere i quartieri ancora prima che zone della città luoghi di incontro e scambio di esperienze fra la cittadinanza: la casetta ha una superficie di 30mq ed è suddivisa in due locali: il centro aggregativo vero e proprio ed un servizio igienico sanitario a norma disabili accessibile dall’esterno.

Proprio per regolamentarne l’utilizzo, il Comune di Sestri Levante e l’ass. Noi di Pila hanno firmato nei giorni scorsi un protocollo di intesa che include la realizzazione di eventi e l’animazione all’interno del parco. Lo scopo della convenzione consiste nella messa in opera da parte dell’associazione Noi di Pila – di concerto con l’Amministrazione Comunale – di azioni rivolte alla tutela, valorizzazione e promozione del parco Sterza, attraverso la realizzazione di eventi e azioni con finalità di aggregazione socio-culturale proprio con l’obiettivo di creare un polo integrato per l’intero quartiere di Pila. In cambio, l’Amministrazione, oltre a provvedere all’apertura e chiusura del parco e alla manutenzione ordinaria del parco stesso, si impegna a pagare le utenze collegate alla casetta e le relative a forniture di energia elettrica, acqua e gas e a procedere agli eventuali interventi di manutenzione straordinaria della struttura, che si rendessero necessari.