Published On: Ven, Dic 2nd, 2016

Anci supporta i piccoli Comuni per accedere ai fondi sul dissesto idrogeologico

ANCI Liguria lavorerà per supportare i Piccoli Comuni (che non hanno fondi sufficienti derivanti da tasse o oneri di urbanizzazione etc.). In particolare -vista l’emergenza idrogeologica, che è parte della storia della Liguria, disposta tra monti e mare- Anci è a disposizione per affiancare i Comuni nel difficile compito di accedere ai fondi di Italia Sicura.
Come si sa infatti, la burocrazia italiana esige dei Leonardo da Vinci più dei Bill Gates più dei Pico della Mirandola più dei Kurt Godel, per riuscire a capirci qualcosa e anche solo entrare nei siti, com’è dimostrato dall’avvilente sistema impenetrabile imposto a chi prende la disoccupazione, e agli insegnanti per accedere al “bonus”.

Scarsità di risorse umane e finanziarie, eccesso di burocrazia, tempi lunghi e incerti sono difficoltà quasi insormontabili che i Sindaci dei piccoli comuni liguri si trovano davanti e che il più delle volte rendono per loro impossibile accedere ai fondi messi a disposizione dal Governo contro il dissesto, come i 10 milioni di euro del “Fondo Progetti” di Italia Sicura – spiega Michele Malfatti, che per ANCI Liguria è coordinatore dei Piccoli Comuni e responsabile della Commissione Protezione Civile. “Noi ci siamo sempre e continueremo a mettere a loro disposizione la nostra competenza in tema di progettazione. In questo senso, invitiamo Regione Liguria, Fondazione Cima e gli altri soggetti impegnati sui temi della Protezione Civile, ad avvalersi senza indugio della nostra collaborazione qualificata e professionale. Solo lavorando tutti insieme possiamo davvero salvare il nostro fragile territorio”.
Alluvione in Liguria