Published On: Gio, Feb 7th, 2013

Antola e Da Vigo tremano ancora: lezioni sospese e trasferimento delle aule. “Niente panico, le strutture sono agibili”

Scuole Antola - RapalloRAPALLO. Tremolii, forti rumori e porte che sbattevano. Scatta il piano d’emergenza antisismico, suona la campanella e gli studenti  abbandonano le aule per radunarsi in sicurezza all’esterno presso i rispettivi punti di raccolta. La terra non ha tremato, ma al liceo G. Da Vigo di Via Don Minzoni è il secondo misterioso episodio registrato in una settimana, fenomeno che ha coinvolto anche i bambini delle scuole elementari Antola con cui è condiviso l’edificio.

La prima vibrazione è stata avvertita intorno alle 10:30 poi, a dieci minuti di distanza, una seconda scossa. Immediato il sopralluogo da parte di Vigili del Fuoco e tecnici del Comune accompagnati dal Sindaco di Rapallo Giorgio Costa e dall’Assessore alla Cultura ed edilizia scolastica Paola Tassara. Al termine delle verifiche l’edificio è stato dichiarato agibile, come formalizzato via fax dall’ufficio tecnico, ma le due direttrici scolastiche Nazaria Persia del Liceo Da Vigo ed Elisabetta Abamo dell’istituto comprensivo Rapallo – Zoagli hanno disposto, in via precauzionale, la sospensione delle attività didattiche fino al prossimo lunedì 11 febbraio (gli studenti delle clarisse – succursale del Liceo Da Vigo – svolgeranno regolarmente lezione).

In attesa degli accertamenti – è previsto per domani il sopralluogo di un ingegnere strutturista incaricato del comune, nei prossimi giorni si attende conferma di un ispezione strutturale da parte della Provincia – le classi saranno trasferite. Da lunedì quindi, i bambini delle Antola occuperanno le aule libere delle Marconi, mentre gli studenti del Da Vigo saranno in parte spostati presso la succursale delle Clarisse ed in parte presso le suole medie Ex Giustiniani di Via Frantini.

“Non c’è alcun pericolo – precisa la Direttrice scolastica del Comprensivo Rapallo – Zoagli Elisabetta Abamo che insieme alla sua omologa del Liceo Da Vigo ha assunto il provvedimento – ma vogliamo capirne le cause. In questo momento è importante tranquillizzare tutti e proseguire l’attività in condizioni di massima tranquillità psicologica per alunni e genitori. Certo, i ragazzi dovranno probabilmente adattarsi a stare un po’ più stretti per alcuni giorni, ma mi metto nei panni dei genitori e ritengo sia la soluzione più idonea”.

Scuole Antola - Rapallo“E’ una cosa scandalosa!” commentavano alcuni genitori sul sagrato della Chiesa di San Francesco in attesa di riprendere i propri bambini. Al centro delle critiche non troviamo solo i due episodi misteriosi, ma anche il mancato avviso telefonico, da parte della scuola, di quanto stava accadendo.

“Non c’è stata alcuna polemica – minimizza Elisabetta Abamo – d’altronde il piano di emergenza è chiaro: al suono della campanella i bambini, accompagnati dai professori, abbandonano l’aula senza portare nulla con sé se non i  registri e si dirigono al punto di raccolta. Non c’era alcun incendio o situazione di grave pericolo imminente, quindi non c’era ragione di avvisare immediatamente i genitori”  la priorità, in simili casi, è mettere in sicurezza i bambini.

Al termine delle verifiche, gli alunni delle Antola sono stati riaccompagnati in classe dove i genitori, man mano che la notizia si diffondeva, si sono recati prenderli per portarli a casa. Gli studenti del Liceo Da Vigo invece non sono rientrati: i maggiorenni hanno potuto uscire autonomamente dalla scuola, i minorenni hanno atteso nel cortile l’arrivo dei genitori.

Nei prossimi giorni si svolgerà regolarmente il servizio comunale dei pulmini scolastici che ogni mattina accompagnano i ragazzi a scuola; gli autisti caricheranno gli alunni ai regolari punti di raccolta modificando semplicemente la destinazione.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>