Published On: Mar, Ott 13th, 2015

App telefonica e progetto Baie del Levante, 274.000 euro da UE: critiche di M5S

Di seguito un comunicato stampa di M5S Sestri Levante sul progetto di integrazione dell’offerta turistica tra i comuni compresi tra Levanto e Sestri Levante “Baie del Levante”.
Nel comunicato si rileva la non corrispondenza tra investimento europeo e risultati. Aggiungiamo come informazione quella sulla chiesa di Sant’Anna, posta al centro dell’antica strada di collegamento con Chiavari: la chiesa purtroppo continua lentamente a spostarsi verso il mare di qualche centimetro ogni anno. Se non si interviene con opere di contenimento prima o poi franerà definitivamente, il che sarà irreparabile, pericoloso, anti turistico. Auspichiamo un intervento di analisi geologica del sito.

“Finalmente è online gratis la nuova App “Baie del Levante” per smartphone e tablet, sviluppata grazie al programma cofinanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Del programma in oggetto fanno parte il nostro Comune e i Comuni di Moneglia, Deiva Marina, Framura, Bonassola e Levanto. Il progetto prevedeva un importo pari a 274.000 €uro per la realizzazione delle seguenti opere:
– Redazione e stampa materiale illustrativo e divulgativo (depliant e cartine);
– aggiornamento siti web dei Comuni mediante interfaccia di consultazione dei dati geografici per i sentieri e WEB APP;
– rifacimento nuova segnaletica orizzontale di percorrenze pedonali con  segnavia su rocce o alberi con vernice secondo le linee guida REL.
Ci siamo già occupati come M5S di questo programma, depositando agli atti e discutendo durante la seduta consiliare del primo aprile 2015 una mozione specifica, in quanto i nuovi cartelli informativi presso i nostri sentieri furono installati senza seguire le direttive generali del progetto, in particolare per la maggior parte risultarono fuori sede, divelti e scaraventati al suolo; i pali stessi ancor oggi risultano essere installati solo su una parte delle rete escursionista di Sestri Levante e risultano mancati in altri siti d’interesse turistico ambientalistico elencati nel presente successivamente. Torniamo alla APP in oggetto, che ha lo scopo di divulgare al turista e all’escursionista la nostra rete sentieristica e le bellezze del nostro territorio. Si presenta multi idioma: italiano, inglese e tedesco (perchè spagnolo e russo no?) e in essa si possono visualizzare i percorsi escursionistici dei Comuni rientranti in tale programma. Per curiosità siamo andati a visualizzare i percorsi del nostro Comune e troviamo: 1) Sestri Levante – Casa Mandrella; 2) Colle Mandrella – Case Ginestra; 3) Sestri Levante – Cappelletta S.Anna; 4) San Bartolomeo – Monte Castello; 5) Riva Trigoso – Costa di Punta Baffe – Monte Moneglia; 6) Riva Trigoso – Colle Lago – Monte Comuneglia.

Nella lista sopracitata mancano parecchi sentieri del Comprensorio di Sestri, dalle vecchie mulattiere che durante il Regno d’Italia collegavano le frazioni del nostro entroterra, ad altri maggiori sentieri d’importanza strategica per lo sviluppo del turismo escursionistico quale il famoso sentiero dei ponti romanici che conduce ai ruderi della medioevale chiesetta di S.Anna del Salto e altri ancora; tali mete escursionistiche non mancano ovviamente solo nella presente App ma anche nelle cartografie di recente installazione presso i punti d’informazione turistici della nostra città (vedi ufficio IAT ex bar Corsaro p.zza S’Antonio). Nonostante sia già esistente una cartografia ufficiale della rete dei sentieri della Regione Liguria ed in particolar caso del nostro comprensorio (visibile con questo link), nata come progetto per la realizzazione di un catasto sentieristico della nostra regione a seguito della delibera di Giunta Regionale del 12 dicembre 2014, la nuova APP invece che fare riferimento alla rete sentieristica “ufficiale” e “istituzionale” della Regione Liguria è stata bensì sviluppata parallelamente come doppione della stessa, ma con notevoli mancanze deficitarie inerenti la stessa rete del nostro e di altri comprensori. E’ lecito quindi porsi la domanda se e a cosa serve un doppione di un progetto istituzionale che già esiste (progetto finanziato con fondi Europei e quindi con i soldi di tutti, compreso i nostri) e perché, se vi era la necessità di digitalizzare tali sentieri e poterli rendere usufruibili tramite una App dedicata a smartphone e tablet, non se ne è occupata direttamente la nostra Regione Liguria. La APP in oggetto non ha avuto nessuna recensione e crediamo di essere veramente in pochi ad averla scaricata ed installata visionandone i suoi contenuti, figuriamoci se essa potrà mai avere un utilizzo da parte del turista escursionista frequentatore del nostro comprensorio, visto che anche lo stesso portale in rete ad essa riconducibile (www.baiedellevante.com) risulta essere per la maggiore incompleto e privo di indicazioni turistiche di rilievo tali da attrarre nuovi potenziali turisti nel nostro comprensorio. Insomma, ennesima opera realizzata con i fondi Europei, poco conosciuta e dal futuro prossimo incerto. Per M5S lo sviluppo della rete escursionista del comprensorio di Sestri non deve essere elaborato e studiato solo da soggetti terzi ma anche da chi conosce profondamente il territorio, quindi dagli stessi cittadini che trasmetteranno le proprie idee agli uffici preposti, contribuendo all’aggiornamento del database Cartografico Comunale che, successivamente, andrà ad integrare i portali già esistenti inerenti la cartografia escursionistica comprensoriale. Concludendo, qualora in futuro risultassimo destinatari di ulteriori fondi Europei, ci auguriamo che quest’ultimi vengano spesi in modo migliore rispetto agli stessi utilizzati oggi come in passato per opere dalla dubbia utilità.
baie del levante webbaie del levante

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>