Published On: Mar, Mar 31st, 2020

Aprile senza escursioni nel Parco dell’Aveto… Ma ecco tre super ricette delle valli liguri

Aveva ragione Th. S. Eliot con i suoi splendidi versi: “Aprile è il mese più crudele”… Così, nel mese di Aprile, saranno chiuse le attività del Consorzio Ospitalità Diffusa “Una Montagna di Accoglienza nel Parco”. Niente escursioni, eventi, pranzi…

Sperando che questa condanna necessaria termini presto, il Consorzio, per restare in contatto con i visitatori,  suggerisce tre buonissime e salutari ricette di piatti delle Valli liguri di Levante.

La Baciocca (ricetta di casa del BB Shanti House, Borzonasca)
Ingredienti:
2 kg di patate
2 grosse cipolle
2 cucchiai di lardo pestato
150 g di parmigiano grattugiato
Farina, latte, olio e sale q.b.

Procedimento
Pulire e tagliare a fette sottili le patate e lasciarle riposare con qualche manciata di sale grosso. Nel frattempo affettare le cipolle e metterle in acqua e sale fino, scolarle e soffriggerle in olio a fuoco lento per qualche minuto. Quindi spegnere il fuoco e aggiungere il lardo pestato.
Lavare bene le patate, scolarle e unirle al soffritto di cipolla con il parmigiano, due manciate di farina e un po’ di latte, amalgamando bene il tutto.
Intanto preparare la pasta con acqua, farina, olio e sale; stenderla sottile e rivestire una teglia ben oliata. Versare le patate e pareggiare schiacciando bene, quindi fare il bordino con la pasta che sborda. Aggiungere un giro d’olio e una spolverata di parmigiano e informare a 180° per circa un’ora. Servire tiepida.

La buonissima baciocca

Il Prebugiun di Ne (ricetta de La Brinca, Ne)
Ingredienti:
4 patate del tipo Quarantina
200 g di erbe selvatiche miste (borragine, crespigno, rosoline)
1 ciuffo di cavolo nero
cipolla rossa di Zerli
1 spicchio d’aglio
olio extra vergine di oliva Riviera ligure DOP
sale grosso

Procedimento:
Mettere le patate con la buccia in una pentola con acqua fredda e porle sul fuoco a bollire.
Tagliare a striscioline il cavolo e le erbe e bollire il tutto in acqua leggermente salata.
Pestare l’aglio nel mortaio con il sale grosso.
Sbucciare le patate lessate e passarle nello schiacciapatate a fori larghi; aggiungere le verdure bollite dopo averle insaporite con l’aglio pestato. Amalgamare il tutto con le mani, aggiungendo all’impasto olio extra vergine a volontà. Servire caldo irrorando con altro olio e guarnendo con la cipolla cruda.


LaTortina di nocciole “Misto Chiavari” (ricetta del Panificio Pasticceria Barbieri, Chiavari)
Ingredienti:
220 g di burro morbido
170 g di zucchero a velo
35 g di miele
¼ di bacca di vaniglia
3 uova
8 g di scorza di arancia grattugiata o liquore all’arancia
200 g di farina
45 g di farina integrale
70 g di nocciole Misto Chiavari in farina
8 g di lievito in polvere
granella di nocciole Misto Chiavari tostate q.b.
nocciole Misto Chiavari spezzettate grossolanamente q.b.

Procedimento:
Ridurre le nocciole in farina non troppo fine, facendo attenzione a non surriscaldarle troppo durante il procedimento. Montare con la frusta il burro insieme a zucchero a velo, miele e vaniglia; aggiungere lentamente le uova intere, una alla volta, fino ad ottenere un composto cremoso, quindi unire il liquore all’arancia o le scorze grattugiate.
Mescolare le tre farine (00, integrale e di nocciole) e aggiungere il lievito. Incorporare con delicatezza le farine al composto di uova.
Imburrare la teglia cospargendo il fondo di granella di nocciole tostate. Versare l’impasto fino a ¾ del tegame, livellare la superficie e cospargere con le nocciole crude spezzettate grossolanamente.
Cuocere in forno caldo a 170°C per 45 minuti; una volta raffreddata rifinire a piacimento con zucchero a velo oppure con un velo di gelatina di albicocche.

Torta di nocciole