Published On: Sab, Set 22nd, 2012

Area metropolitana: deliberare o non deliberare? Dilemmi in maggioranza

Share This
Tags

Il-pensatoreRAPALLO. In vista dell’imminente riu­nione del Con­si­glio Auto­no­mie Locali, che il pros­simo 25 set­tem­bre deci­derà sul rior­dino dei ter­ri­tori liguri e for­mu­lerà la pro­po­sta da inviare in Regione, il dibat­tito si accende. L’Amministrazione Costa, come è ben noto, pro­pende com­patta per l’adesione all’istituenda area metro­po­li­tana, ma al suo interno appare evi­dente una scher­ma­glia procedurale.

Ieri mat­tina Armando Ezio Capurro aveva scritto ai suoi col­le­ghi di mag­gio­ranza esor­tan­doli ad ela­bo­rare e deli­be­rare, quan­to­meno in Giunta, un docu­mento che atte­stasse uffi­cial­mente le pre­fe­renze rapal­lesi. Per il Pre­si­dente del Con­si­glio cit­ta­dino si trat­te­rebbe di una prio­rità visto che “alcuni comuni, come Zoa­gli, stanno deli­be­rando prima del 25 set­tem­bre la pro­po­sta di isti­tu­zione di una Pro­vin­cia del Levante com­pren­dente La Spe­zia e i Golfi Tigul­lio e Paradiso”.

costa-capurroDi diverso avviso pare invece il Sin­daco Costa, che dopo lo sci­vo­lone dell’ultima seduta pres­so­ché mono­te­ma­tica del Con­si­glio comu­nale (in cui è stata riti­rata la pra­tica di ade­sione alla città metro­po­li­tana a causa della sup­po­sta man­canza del parere della com­mis­sione com­pe­tente), richiama un estratto della Legge (art. 18 comma 2 — L. 135/2012) da cui evin­cere che “il ter­ri­to­rio della città metro­po­li­tana coin­cide con quello della pro­vin­cia con­te­stual­mente sop­pressa, fermo restando il potere ai comuni inte­res­sati di deli­be­rare con atto del con­si­glio l’adesione alla città metro­po­li­tana o, in alter­na­tiva, a una pro­vin­cia limi­trofa.…”.

Da un lato, la deli­bera di ade­sione risul­te­rebbe super­flua poi­ché si limi­te­rebbe a riba­dire quanto già pre­vi­sto dalla nor­ma­tiva vigente, dall’altro — osserva Capurro — deli­bere come quella di Zoa­gli e di altri Comuni potreb­bero far pen­sare al CAL che l’intero Tigul­lio voglia andare con La Spezia.

IDV-Barbetta-GloriaNel frat­tempo la capo­gruppo IDV Glo­ria Bar­betta, che lo scorso 21 set­tem­bre ha rap­pre­sen­tato l’Amministrazione al con­ve­gno “Una Pro­vin­cia pos­si­bile: dal Tigul­lio alla Lune­zia tir­re­nica” orga­niz­zato all’isola Pal­ma­ria dalla Pro­vin­cia della Spe­zia, riba­di­sce: “è bene man­te­nere buoni rap­porti di vici­nato con tutti e non arroc­carsi su posi­zioni rigide: tut­ta­via –per ragioni logi­sti­che e di vici­nanza a ser­vizi impor­tanti come gli ospe­dali e altri uffici pub­blici di uti­lità per i cit­ta­dini– Rapallo pro­pende per stare con la città metro­po­li­tana di Genova”.

In attesa dello sta­tuto metro­po­li­tano e di even­tuali pro­po­ste costrut­tive dalla Pro­vin­cia della Spe­zia que­sta è la posi­zione del gruppo di Ita­lia dei Valori e del sin­daco di Rapallo Gior­gio Costa che afferma: “restiamo aperti al ter­ri­to­rio e a tutti i Comuni del nostro ter­ri­to­rio: Bar­betta, capo­gruppo IdV, è andata a La Spe­zia per ascol­tare le varie opzioni, ma siamo comun­que pro­iet­tati verso Genova pur restando aperti ad ascol­tare quanto accade: con­tiamo di pre­ser­vare, ad ogni buon conto, pecu­lia­rità e auto­no­mia del nostro comune. Non voglio inge­renze da parte di nes­suno. Abbiamo sem­pre aperti gli occhi su tutto il ter­ri­to­rio e faremo scelte ocu­late e condivise”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>