Published On: Sab, Dic 21st, 2013

Aree Preli a Chiavari: si costituisce il comitato Salviamo la spiaggia più bella

Pubblichiamo il Comunicato stampa del Comitato Salviamo la spiaggia più bella

Data la forza degli oltre 500 aderenti al gruppo Facebook e delle oltre 600 firme raccolte con la petizione, dato l’interesse pubblico manifestato da buona parte della città preoccupata da questa proposta progettuale, è nata l’esigenza di fondare questo comitato per garantire l’impegno istituzionale e favorire l’impegno concreto di un motivato gruppo di persone onde salvaguardare la spiaggia della zona di Preli, che verrà stravolta ed occupata da opere collegate ad un progetto d’interesse e utilità solo privata.
Il Comitato non è contrario alla riqualificazione di Preli perché lo stato di abbandono in cui versa al momento è svilente e pericoloso, e perché quell’area merita di essere recuperata e ridata alla comunità, ma si adopera perché l’intervento non leda le caratteristiche dei luoghi, che per quanto abbandonati e mal gestiti da tempo sono quelle di un borgo di mare raccolto intorno alla spiaggia pubblica.
Quanto maggiormente offende il territorio di pregio paesistico ambientale, oltre alle volumetrie sproporzionate ed alla caratteristiche architettoniche dei fabbricati – completamente avulsi dal contesto, è il percorso pedonale che andrà a costituire la nuova passeggiata e che insisterà direttamente sulla spiaggia mediante pali portanti. Tale soluzione non solo priverà Chiavari e la sua comunità di una spiaggia – e pertanto di un bene pubblico – rimasta libera alla balneazione di tutti, ma ferirà definitivamente un angolo della città intimo e caratteristico.
Il Presidente nominato dall’assemblea è il sig. Gotelli Gianluca, il vice presidente è l’ing. Tronchi Barbara, ed i portavoce sono Jacopo Casoni e l’arch. Roberto Traversi.
I componenti del comitato hanno in programma diversi eventi con l’obiettivo di informare e rendere partecipe il maggiore numero di cittadini, iniziando con una logica raccolta di firme: “Vogliamo che per la prima volta la comunità residente nella zona e anche i turisti amanti di questo romantico luogo si organizzino per ottenere l’obiettivo. Il nostro intento non è solo fare capire quanto è importante tale luogo per la città di Chiavari, ma è anche trasmettere il messaggio che ci saranno manifestazioni pubbliche per la difesa del diritto al mare di tutti, diritto che con questo intervento verrebbe minato perché sarà impossibile salvaguardare panoramiche e soprattutto igiene pubblica una volta eseguito l’intervento”.
“Se per qualcuno la costa demaniale è solo un’estensione delle proprie private strutture edilizie, da utilizzare in maniera esclusiva” affermano i militanti del comitato “per i cittadini è un bene comune da tutelare per la fruizione collettiva e l’interesse pubblico”.
preli progetto

Displaying 7 Comments
Have Your Say
  1. Italo Fotati ha detto:

    REDAZIONE GRAZIE PER L’APORTUNITA DI SCRIVERE SU QUESTO MEDIUM: La sua diffidenza e’infondata e senza senso. Fra l’altro io ho visuto nei Stati Uniti per una vita intera e sono anche in Italia continuamente… Nato in Italia e cresciuto in USA, non solo ho studiato la cultura USA, ma avendo conosciuto, verso di noi,grande discriminazioni e razzismo, avevo voluto anche profondire quella Italiana.Vi assicuro che pochi Italiani conoscono USA. Per esempio:La pio grande impiccazione di massa in USA e’ stata compiuta verso gli Italiani. Erano 11 persone, di qui 2 erano minorenni. La cosa incredibile era che, furono stati trovati innocente e poi gli hanno impiccati ugualmente. Ti sembrera incredibile ma e’ verita… Talmente grave era questa aberazione che L’talia era quasi andata in guerra con la USA… La statua di CRISTOFORO COLOMBO alle 59 strade di N.Y. fu messa li per restaurare relazioni fra Italia e USA… Fra l’altro e’ ignoranza a dichiarare uno ho qualcosa ANTIAMERICANO Quando non si puo sapere.Io sono anti ingiustizzie e forse anche quello sara troppo. Wayne Dyer, uno dei piu grandi scrittori del mondo oggi( i suoi libri sono scritti in 25 lingue in qui uno dei suoi grandi e’ LA SAGGEZZA DEI TEMPI)SCRIVE: SE TU SEI CONTRARIO ALLE GUERRE E TERRORRISMO SEI SOLO UN SOLDATO IN PIU’ CHE E’ ANTI QUALCOSA, INVECE DI ESSERE ANTI QUALCOSA, SII PER LA PACE… Io tento di essere anti niente. Se mai anti ingiustizie,e ne parlo sempre per un mondo migliore…Non e’ VALIDO a parlare di quello che fanno le altre nazioni come difesa. Il nostro compito e’ di parlare delle ingiustizzie… SE TU vedi ingiusto la costruzione di navi da guerra e mine anti personale in Italia,e’ giusto che ne parli,IO lo’ fatto piu’ volte… Fra L’altro, anche la Germania e il Giappone hanno perso la guerra, ma ti garantisco che loro non le baciano il sedere alla USA COME L’italia… Buone Feste e Grazie.

  2. Redazione ha detto:

    Diffido sempre dell’antiamericanismo, soprattutto se si pensa a ciò che poteva succedere con l’Unione Sovietica o con la Germania a “dominarci”. In realtà, quando siamo passati dalla alleanza con gli anglosassoni a quella franco-tedesca, si è vista la differenza. SUgli F-35 si può parlare, ma come si può parlare delle navi che facciamo per l’Algeria, o dei progetti militari che abbiamo con la Francia. Gli F-35 sono stati comprati anche dalla Finlandia e dalla Norvegia, per dire… In realtà, visto come siamo incapaci, ci sarebbe da sperare in un’invasione dell’Italia da parte della Svizzera o degli USA o persino del Marocco…

  3. Italo Fotati ha detto:

    IL PROBLEMA DI NOI ITALIANI E’ CHE, PIU’ DEGLI’ALTRI, ABIAMO BACIATO IL SEDERE DEGLI AMERICANI. QUANDO LORO PARLANO I NOSTRI POLITICI STANNO ZITTI.SE LORO CI DICONO DI ANDARE IN GUERRA NOI LO FACIAMO, (LIBYA) SE TI DICONO DI IMPORTARE MUSICA E CINEMA VIOLENTISSIMI, NOI LO FACIAMO.SE CI DICONO DI COMPRARE F35 I CRIMINALI A ROMA CI DICONO DI NO MA VOTANO DI SI. NOI SIAMO UN POPOLO RASEGNATO CHE SI LASCIA PORTARE VIA LA NOSTRA SOVRANITA… ABIAMO SPIAGGE PUBLICHE E LUOGHI PUBLICI CHE QUESTO SCHIFOSO GOVERNO STA’ VENDENDO A MULTINAZIONALI. CE UNA GRANDE PIAZZA A GENOVA CHE E’ STATA AFFITTATA AGLI AMERICANI PER FARCI UN PARCHEGGIO ECT…QUESTO SUCEDE PERCHE,PIU’ DEGLIALTRI, SIAMO UN POPOLO CHE HA PAURA DELLA SUA OMBRA, SIAMO CODARDI. SIAMO DEI CLONATI AMERICANI E IL NOSTRO GOVERNO E’ STATO COMPLICE E LA COLPA E’ ANCHE NOSTRA… TUTTO CORISPONDE SUL PIL, LA CRESCITA, LA BORSA, UN’ILUSIONE CHE SI SFASCIERA’… NOI SIAMO ALLO SBANDO E SARA DIFICILE A USCIRNE PERCHE ABIAMO INVITATO UNA CULTURA ESTERA DI MORTE… L’ITALIA E SEMPRE STATA UNA GRANDE NAZIONE PER 3 MILA ANNI, E IL PIU’ GRANDE CAMBIAMENTO E’ SUCESSO NEGLI ULTIMI 50 ANNI. NOI COME POPOLO DOBIAMO ANCHE CONOSCERE IL NOSTRO PASSATO SE VOGLIAMO ANDARE A VANTI>>> CERA UN TEMPO QUANDO TUTTE LE NAZIONI DEL NORD VENIVANO IN ITALIA PER LA SUA GRANDE CULTURA. OGGI I NOSTRI GIOVANI CONOSCONO MEGLIO LA CULTURA AMERICANA ( QUELLA BRUTTA) CHE QUELLA BELLISSIMA DELL’ITALIA… BASTA ORMAI , DOBIAMO TORNARE ,ALMENO UN PO< ALLE NOSTRE ORIGINI… QUELLO CHE GLI ALTRI CI INVIDIANO E' QUELLO CHE NOI STIAMO DISTRUGENDO… BASTA ORMAI…

  4. ALDO ha detto:

    NON HANNO TUTTI I TORTI, IL PROGETTO FA CACARE

  5. Rino ha detto:

    Simpatico Campodonico,mi trova sulla stessa linea. Ma senza la costruzione di condomini come si foraggerebbero tutti quelli a cui stanno a cuore questo tipo di immobili? Sarebbe oltremodo giusto che tutti la pensassimo allo stesso modo,ma sarebbe utopistico pensare diversamente per coloro che di queste costruzioni vivono,edili e non. Con questi sistemi come si può andare incontro al turismo? Noi ce ne accorgiamo,ma nessuno fa nulla per cambiare le cose,per ovvi motivi. Fare come in America che quando gli edifici sono obsoleti e per una migliore resa tecnologica e di vita,si abbatte e si ricostruisce nello stesso posto con metodi moderni. Senza,peraltro,attendere tutte le pastoie burocratiche.
    Ma in Italia è possibile?

  6. Dobbiamo smetterla di costruire condomini, ma favorire il turismo(spiagge sabbiose, verde, mare pulito, parcheggi, citta’ vivibile, ecc.ecc.)

  7. maria pierluca ha detto:

    La zona più bella di Chiavari ora è lasciata nel degrado totale ma questi progetti di architettura moderna sono in contrasto con il paesaggio, il cantiere era una struttura pesante, per mantenere i volumi si deturpa il tutto.È IMPORTANTE DIMINUIRE QUESTI VOLUMI per valorizzare la spiaggia

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>