Published On: Gio, Feb 13th, 2014

Armanino: urge chiarezza sul recente passato delle miniere

albino armanino futuro per sestriSESTRI LEVANTE. Dal consigliere di “Futuro per Sestri” Albino Armanino riceviamo e pubblichiamo questa nota riguardante le ultime iniziative intraprese rispetto al problema dell’inquinamento nell’ex sito minerario, poi discarica, di Libiola.

Ultimamente si e’ parlato molto di Libiola, dopo decenni di silenzio. Bene così. Si e’ parlato con decisione e fermezza di depuratore, finalmente. Si è parlato però di molto altro: di abbattere i capannoni industriali e di scambi volumetrici tra proprietà e Comune. Pensiamo sia opportuno fare chiarezza. Prima di tutto vorremmo fare notare che qualsiasi di intervento di bonifica avvenuto in passato (solo sulla carta) o futuro sarà totalmente a carico dello Stato, malgrado lo sfruttamento minerario è sempre stato condotto da imprese private. Cosa bizzarra visto che il principio fondante del diritto ambientale è: “chi inquina, paga”. Ma le carte parlano chiaro, le spese sono a carico dello Stato. Andiamo bene! La ricchezza in passato è stata portata via dagli inglesi e noi ora combiattiamo l’inquinamento! L’inquinamento, non dimentichiamo, però non e’ soltanto minerario, ma anche dovuto ai rifiuti: il Comune sostiene che la miniera sia stata sfruttata come discarica per soli 8 mesi e in un periodo “storico” in cui i sacchetti di nylon ancora non esistevano, ma oggi affiorano in più punti del sito metri di sacchetti di rifiuti. Allora qualcuno ha scaricato abusivamente nel sito? E cosa di preciso? Domande che paiono lecite, specie in questo momento storico in cui si stanno avendo amare scoperte dal sottosuolo italiano. Il primo passo pare quello di fare chiarezza sulle ombre che cingono il recente passato della miniera. Fatta chiarezza e mitigato l’inquinamento il museo sarà sia un dovere che un piacere.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>