Published On: Mer, Mar 14th, 2012

Arrestate due persone per il furto d’arte a Velva

CASTIGLIONE CHIAVARESE. Sale a due il numero delle due persone arrestate nell’ambito delle indagini sul furto di tre tele d’arte sottratte a fine febbraio nella chiesa di San Martino in Velva (vedi questo articolo). Dopo una serie di perquisizioni in cantine e fondi del centro storico del borgo da parte dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico di Genova, nel fine settimana scorso era stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per un  sessantenne di Reggio Emilia, affittuario di un appartamento a Velva e sospettato di essere autore del furto sacrilego. L’uomo, su ordine del gip di Chiavari, Mauro Amisano, e’ stato tradotto nel carcere di Chiavari in attesa dell’interrogatorio di gara e ha nominato come proprio legale l’avvocato Claudio Zadra. Oggi la svolta: una seconda persona è stata tratta in arresto dopo che i militari del nucleo tutela del patrimonio culturale di Bologna hanno rinvenuto la refurtiva nell’abitazione di un architetto emiliano che avrebbe agito da basista oltre che da complice. Approfittando della chiusura settimanale dell’edificio sacro e dopo aver osservato le abitusini del parroco e delle persone a lui vicine, i ladri avrebbero agito indisturbati sottraendo tre preziose tele del Seicento, raffiguranti San Martino, le Anime Purganti e il Santissimo Rosario dopo aver ripulito l’abitazione del sagrestano da altri oggetti antichi e sottratto le chiavi della chiesa e dell’allarme. Il parrocco di Velva, Don Cyriaque Bigirimana, non cela il suo entusiasmo alla notizia del ritrovamento: “sono felice ma anche preoccupato perchè temo che le tele possano aver subito danni – spiega il religioso – ho saputo del ritrovamento dalle forze dell’ordine ma non mi pare di conoscere le persone arrestate, forse si tratta di villeggianti”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>