Published On: Mar, Gen 26th, 2016

Arriva anche la denuncia di Fabio Bongiorni di Totemeventi contro Marco Conti

Dopo la denuncia avviata da Marcello Massucco, dirigente di Mediaterraneo Servizi srl, come avevamo anticipato noi di Tigullio News, è ora arrivata la denuncia di un altro soggetto coinvolto nelle polemiche che riguardano le strutture della Mediaterraneo nel prestigioso complesso della baia di Portobello a Sestri Levante. A questo punto è probabile che le denunce salgano ad almeno 4, includendo anche altri contenziosi in altri contesti della città.
Di seguito il comunicato di Totemeventi, nel quale si fa un richiamo anche al noto gruppo Facebook “Mugugni di Sestri levante“, in cui alcuni commenti hanno fatto traboccare il vaso. Ovviamente, il gruppo è -per noi e per lo stesso Bongiorni- comunque esente da responsabilità e accuse:

Preso atto, già dalla prima metà del 2015 fino ad oggi, delle reiterate illazioni, insinuazioni, dichiarazioni alla stampa e interventi sui social network, in particolare in gruppi di discussione su Facebook, relative al progetto “Vetrine dei prodotti agroalimentari di qualità”, Tapullo e Accademia dei Sapori, attivati in Sestri Levante presso l’Ex Convento dell’Annunziata, e considerate tali affermazioni gravemente lesive e diffamatorie della mia persona e delle Società che rappresento (Totem srl e Emporio sas), comunico di aver depositato presso la Procura della Repubblica di Genova una denuncia-querela nei confronti del Sig. Marco Conti e del Sig. Andrea Pecci, riservandomi di procedere in sede civile per il risarcimento del danno economico e d’immagine subito.

Inoltre invito chi ha la responsabilità di “amministrare” i gruppi di Facebook a regolamentare in maniera più attenta gli interventi, non permettendo attività lesive della reputazione altrui.

Considero prezioso il diritto di critica da parte di cittadini o Consiglieri Comunali riguardo ad attività e progetti che attengano alla cosa pubblica; in questo caso, tale esercizio critico, tuttavia, non è supportato da informazioni correttamente comprese o riportate e si riduce, pertanto, a tesi accusatorie precostituite e viziate da enfasi politica, diffamanti e gravemente lesive della mia reputazione e dell’immagine delle mie società.

Mi sono trovato perciò costretto, in qualità di imprenditore, a tutelare gli interessi delle mie imprese ed il lavoro dei tanti collaboratori in esse coinvolti.

In particolare tengo a precisare che l’iter del progetto è stato attentamente condotto e verificato da Regione Liguria: esso è stato assegnato attraverso un bando pubblico all’Associazione Strada del Castagno, inizialmente con sede a Lavagna e in seguito trasferito a Sestri Levante, vista l’opportunità prospettata dall’Amministrazione presso l’ex Convento dell’Annunziata.

La posizione della mia società, quale soggetto gestore incaricato dall’assegnatario del bando, è rigidamente vincolata alle linee guida stabilite da Regione Liguria, cosi come per le altre “Vetrine” realizzate in Liguria.

Per poter svolgere, inoltre, le attività previste, sono state attivate regolarmente tutte le comunicazioni ed autorizzazioni alle Amministrazioni competenti (Comune, ASL, CCIIAA).

La Regione auspica e fa parte del progetto la vendita di prodotti tipici liguri e possibilmente anche la loro somministrazione, per assolvere alla finalità di diffondere e far crescere le produzioni locali di eccellenza, come contenuto nel bando. Tale vincolante finalità è presente nel contratto di sub-concessione degli spazi da parte di Mediaterraneo al Soggetto gestore e il Comune di Sestri Levante, a tal fine, ha concesso le autorizzazioni necessarie.

Tutti i prodotti in vendita, comprese le bevande, sono esclusivamente di produzione locale, con circa 30 aziende del territorio quali fornitori specializzati. Il progetto prevede anche una intensa attività di scuola cucina e show cooking, pacchetti rivolti a tour operator italiani e stranieri ed al comparto alberghiero quale integrazione esperienziale alla semplice ricettività, corsi di educazione alimentare per le scuole, eventi e degustazioni che promuovono i produttori liguri di eccellenza ed accorciano la filiera di conoscenza e vendita al pubblico, con massimo vantaggio per gli artigiani del gusto del territorio.

Il Sig. Marco Conti ha ottenuto da Mediaterraneo Servizi l’accesso agli atti sia in riferimento all’istituzione della “Vetrina”, che all’insediamento delle attività presso l’Annunziata.

Di conseguenza, le accuse che sono state riportate sulla stampa e sui social network non derivano solamente da disinformazione, ma da una deformazione della realtà contenente insinuazioni inaccettabili  e coscientemente false, dopo avere potuto anche visionare gli atti ufficiali che le smentiscono.

Sono sempre stato disponibile a illustrare anche personalmente a chi me ne ha fatto richiesta il progetto e le varie attività, peraltro presentati nel mese di luglio 2015, in occasione dell’inaugurazione degli spazi,  in un incontro pubblico. Tale incontro, che ha visto l’intervento dell’Assessore Regionale all’Agricoltura, Sviluppo dell’entroterra e delle zone rurali Stefano Mai, è stato annunciato da tutti i mezzi di stampa e sono stati invitati tutti i cittadini, le aziende del territorio, tutti gli Assessori e Consiglieri del Comune di Sestri Levante, Associazioni e rappresentanti delle Istituzioni. Purtroppo, chi continuamente fa opera diffamatoria non mi risulta essere intervenuto in tale occasione, né ha mai chiesto un confronto con me a viso aperto su questi temi.

Tutto il campionario di insinuazioni e affermazioni diffamatorie che riguardano la mia persona e le mie aziende riportate negli ultimi mesi dal sig. Conti e dal sig. Pecci non hanno alcun riscontro nella realtà e vanno a colpire senza scrupolo alcuno la reputazione di persone ed imprese che, sul territorio ed anche in ambito nazionale, rappresentano una realtà affermata e stimata, che non ha mai ricevuto contestazioni di alcun tipo, né penali, né civili, né amministrative.

Fabio Bongiorni
mediaterraneo

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>