Published On: Gio, Set 17th, 2015

Assicurazione auto a km: quali vantaggi offre?

L’assicurazione auto a km è ideale per chi usa poco la propria vettura e può garantire un forte risparmio. Ma quali sono le condizioni richieste?

L’assicurazione auto a km è la soluzione ideale per tutti quelli che usano poco la loro auto e desiderano dare un taglio alle spese previste da una normale polizza assicurativa. Infatti, grazie alla possibilità di pagare una tariffa per l’RC auto proporzionale ai chilometri effettivamente percorsi durante l’anno, l’assicurazione auto a km permette di ottenere un notevole risparmio. La maggior parte delle compagnie assicurative offre questa soluzione ai loro clienti, ma per valutare attentamente i costi e le condizioni offerte dal mercato vi consigliamo di leggere la guida di Direct Line realizzata dagli esperti di SuperMoney, o quella su Quixa e tutte le altre compagnie monitorate dal portale.

Assicurazione auto a km e scatola nera: una condizione indispensabile

Come già anticipato, l’assicurazione auto a km consente di ridurre fino al 50% le spese previste dalle altre formule assicurative, questo implica però il rispetto di alcune precise condizioni, come: l’installazione della scatola nera sulla propria vettura e il rispetto del limite di chilometraggio. Ma vediamo nello specifico di cosa si tratta. Trattandosi di un soluzione strettamente legata al chilometraggio, la sottoscrizione del contratto è nella maggior parte dei casi contestuale all’installazione della scatola nera sul veicolo assicurato. In questo modo sarà possibile monitorare costantemente i chilometri percorsi, evitando di superare il limite stabilito concordato con la compagnia assicurativa.

La maggior parte delle compagnie offre questo dispositivo in comodato d’uso e non richiedono nessun costo aggiuntivo per la fase di installazione. Installare la scatola nera sulla propria auto consente non solo di monitorare le distanze realmente percorse, ma comporta anche altri vantaggi. Basti pensare alla possibilità di rintracciare immediatamente l’auto in caso di furto, o di essere individuati facilmente dai soccorsi nello sfortunato caso di un incidente stradale.

Rispettare il limite di chilometraggio

La seconda condizione richiesta è il rispetto del limite di chilometri percorribili durante dell’anno. Infatti non rispettare questo limite concordato con la compagnia assicurativa al momento comporta il pagamento di una penale, ovvero di una cifra integrativa che di fatto riduce o annulla del tutto la convenienza di questa formula. Alcune compagnie richiedono una somma aggiuntiva anche quando i chilometri percorsi sono nettamente inferiori al limite stabilito, che in media si aggira sui 5.000 km annui.

Oltre a concordare un limite per il chilometraggio, per stipulare un’assicurazione auto a km bisognerà fornire tutte le informazioni relative al veicolo (modello, targa etc.), al tipo di uso (lavoro o tempo libero), e tutti gli altri dati necessari per il calcolo del premio assicurativo (età, luogo di residenza, classe di merito dell’intestatario etc.). Trattandosi di una formula flessibile e personalizzabile, l’assicurazione auto a km può essere inoltre integrata con particolari garanzie accessorie e il pagamento del suo importo può essere rateizzato nel corso dell’anno.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>