Published On: Gio, Lug 30th, 2015

Assicurazioni auto: calano i prezzi e aumentano le frodi

Assicurazioni auto: i prezzi scendono ma il mercato continua ad essere penalizzato dalle frodi e dalla mancanza di controlli

Le assicurazioni auto registrano un ulteriore calo dei prezzi anche nel primo semestre del 2015, con valori medi del -7.8% rispetto ai dati registrati lo scorso anno. La notizia sembra non suscitare grande entusiasmo tra gli automobilisti italiani che nonostante tutto, continuano a sostenere costi nettamente superiori rispetto alle medie europee. Per sopravvivere ai continui rincari, molti automobilisti confrontano le assicurazioni auto dei comparatori come SuperMoney con maggior frequenza per cercare delle soluzioni alternative e dai costi più contenuti.

Assicurazioni auto: cambiare per risparmiare

Questa continua ricerca di soluzioni più convenienti sfocia, nella maggior parte dei casi, nel passaggio ad una nuova compagnia assicurativa. Questa nuova abitudine di saltare da una compagnia assicurativa all’altra risale già allo scorso anno ed stata analizzata con maggiore attenzione anche nell’ultimo rapporto Ania relativo al biennio 2013-2014. Secondo i dati emersi, il passaggio ad una nuova compagnia sarebbe senza dubbio motivato dalla ricerca di soluzioni più convenienti, che stando ai dati sembrerebbero portare davvero un risparmio maggiore.

Secondo i dati Ania presentati da Salvatore Rossi, direttore generale della Banca d’Italia e presidente dell’Ivass, l’ex Isvap, l’autorità di controllo del settore, il risparmio medio garantito da un nuovo contratto assicurativo potrebbe raggiungere in determinati casi anche valori del 22%. Una prospettiva decisamente incoraggiante e senza dubbio più conveniente rispetto a chi resta fedele alla vecchia compagnia. In questi casi il risparmio medio è davvero contenuto e non supera nella maggior parte dei casi l’8%.

Tra le nuove tendenza del mercato automobilistico emerse dallo studio dell’Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici, ci sarebbe anche il costante aumento delle frodi perpetrate ai danni della compagnie assicurative. Un fenomeno in costante crescita e ormai diffuso in tutta l’Italia, con picchi particolarmente elevati nella Regione di Mezzogiorno.

Interventi futuri

La presentazione dei dati Ania è stata anche l’occasione per presentare i risultati ottenuti dagli ultimi interventi e annunciare i nuovi progetti per migliorare il mercato assicurativo italiano. Tra le priorità rientrerebbe il miglioramento degli standard di sicurezza attraverso maggiori controlli e sanzioni, ma anche il bisogno di rafforzare la trasparenza e la comparabilità dei prodotti offerti dalle compagnie, contenere i costi del sistema e soprattutto contrastare il fenomeno delle frodi.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>