Published On: Mer, Dic 14th, 2016

ATP, il privato ha il 48% dal 2016. Chi dà la colpa del disastro al privato sbaglia

Nel caos di ATP -azienda di trasporti pubblici della Città Metropolitana di Genova, da ieri in sciopero selvaggio, si ripetono slogan da anni ’70: “La colpa è del privato“. Lo si dice rimpiangendo una cultura che ha portato l’Italia a una situazione economica sovietico-venezuelana-argentina. Al solito, nel Paese dei Balocchi, verità e menzogna si equivalgono.
La notizia da dare oggi -per il bene di lavoratori e cittadini- è: ATP è UN’AZIENDA PUBBLICA al 51,54%. Dare la colpa di disastro che prosegue da decenni ai “privati”, come fanno oggi alcuni partiti, per convenzienza o ignoranza, o alcuni (troppi) cittadini disinformati, significa credere che la Terra sia piatta e ci siano le scie chimiche. Il privato Autoguidovie -subentrato soltanto nel 2016– ha il 48,46% del capitale ATP, il pubblico ha la maggioranza col 51, 54%. Sono numeri, non opinioni.
Non si capisce per quale motivo Autoguidovie Spa abbia rilevato una quota importante di una società in perdita atroce. Confidiamo che ciò sia avvenuto per motivi legati a un libero marketing, e non a una specie di suicidio. In ogni caso Autoguidovie gestisce i bus per conto di un colosso come ATM Milano, non sembra nemmeno logico possa privatizzare la cassa sottraendo liquidità a un’azienda in crisi nera. Essendo tra l’altro in minoranza. Non legalmente, comunque.
Chiedere -come fanno alcuni partiti- ad Autoguidovie di andarsene, significa far precipitare la situazione e obbligare gli Enti Pubblici a spendere a fondo perduto altri milioni di euro in più oltre a quelli che si spenderanno -inutilmente!- comunque.
Il disastro è da imputare al sistema di trasporto pubblico, e non al privato.

Bus stop con pensilina (Unione Sovietica, anni ’70?)