Published On: Gio, Lug 13th, 2017

Aulularia, capolavoro dove teatro e vita coincidono, sabato a villa Rocca

Festival in una notte d’estate di Lunaria Teatro, in programma sabato 15 luglio alle ore 21,15 a Chiavari al Giardino di Villa Rocca. In scena, un classico del teatro plautino, “Aulularia”.

CHIAVARI – GIARDINO DI VILLA ROCCA SABATO 15 LUGLIO ORE 21,15 AULULARIA, La Commedia della Pentola, di Plauto

Adattamento Mario Marchi, con Vittorio Ristagno, e con Andrea Benfante, Paolo Drago, Francesco Patané, Arianna Comes.

Aulularia di Plauto, nella riduzione di Mario Marchi, è una restituzione inventiva ed equilibrata del tipo teatrale dell’Avaro. Plauto inventò la maschera comica dell’avaro avarissimo, la rottura clamorosa dell’ illusione scenica, con il protagonista che interpella il pubblico, i meccanismi dell’ equivoco verbale.

Inventò moltissimo, tanto che la sua “commedia della pentola piena di oro” fu modello parziale di titolo e trama della “Cassaria” di Ariosto, e del rinascente teatro italiano. Fu riscritta e ripresa infinite volte, da  “L’avaro” di Moliére, che seguendo quasi alla lettera Aulularia, è un altro assoluto capolavoro.
Non possiamo non ricordare gli avari di Dickens e Carl Barks (il disneyano Paperon de’ Paperoni-Scrooge), o Nino Manfredi – che è un eccezionale e geniale avaro-povero, un ossimoro vivente, nel meraviglioso film di Ettore Scola Brutti Brutti, sporchi e cattivi.

Plauto è ammiratissimo è studiatissimo, ma in fase di allestimento è spinoso, esige idee brillanti. La commedia è stata allestita così come facevano i Romani, parti recitate e parti cantate per ridare ad Aulularia i colori del musical.
Il prologo, così, quadruplica i geni familiari, che cantano sulle note di “Illusion~ dolce chimera” la storia dell’ avaro punito e della figlia devota. Euclione è capace di cantare, danzare e mettere allegria, un avaro filtrato attraverso Gelli e Goldoni, un avaro affettuoso e sbavante col suo amato, coccolato oro, un vero piezz’o core.

L’antenato latino invece è più diretto e virile, questo più affettuoso, la pentola è sempre sul suo seno, e lo stordimento erotico vuole divertente. Alla pari della serie di canzoni anni ’40 e ’50, popolari e adattissime alle gag della commedia.

Biglietti: intero 12 euro; ridotto 10 euro (under 26, over 65, possessori di Green Card).
Info e Prenotazioni: tel. 010-2477045; cel. 373-7894978, www.lunariateatro.it, info@lunariateatro.it