Published On: Ven, Dic 7th, 2012

Autobus turistici in Via della Libertà? Una contraddizione

Share This
Tags

cartinarap2RAPALLO. Aleg­giava nell’aria la nuova inter­ro­ga­zione pre­sen­tata que­sta mat­tina dal Pre­si­dente del Con­si­glio Armando Ezio Capurro con la quale ha cri­ti­cato aper­ta­mente il nuovo per­corso per auto­bus turi­stici varato ieri dall’Amministrazione comu­nale. Un prov­ve­di­mento che, agli occhi di Capurro, appare ingiu­sti­fi­cato e ingiu­sti­fi­ca­bile oltre che in anti­tesi con alcune inten­zioni dell’Amministrazione.

“Dopo la pro­po­sta delle bici elet­tri­che che ser­vi­reb­bero, a costi ele­va­tis­simi, a ridurre il traf­fico e l’inquinamento, dopo che tutti i comuni d’Italia e del mondo cer­cano di fare par­cheggi di inter­scam­bio al di fuori del cen­tro sto­rico, dopo che durante l’amministrazione Capurro si era isti­tuito il par­cheg­gio degli auto­bus in piazza Cile per evi­tare un po’ di inqui­na­mento in via Libertà – scrive il Pro­fes­sore – suc­cede che il sin­daco Costa, tra i più tenaci soste­ni­tori del par­cheg­gio in piazza Cile, abi­tando e lavo­rando in via Libertà, che ser­viva anche per per­met­tere ai nego­zianti di via Libertà e via Mameli di offrire i pro­pri pro­dotti agli utenti degli auto­bus turi­stici che per­cor­re­reb­bero a piedi le sud­dette vie per rag­giun­gere il mare, auto­rizza un nuovo per­corso per con­sen­tire l’arrivo degli auto­bus fino a Largo Aldo Moro con sosta limi­tata alla discesa e alla salita dei turi­sti (15 minuti)”.

Gli auto­bus turi­stici tran­si­te­reb­bero ine­vi­ta­bil­mente almeno quat­tro volte da Via della Libertà (prima verso il mare per le ope­ra­zioni di sca­rico, poi verso il par­cheg­gio del Pog­gio­lino, nuo­va­mente verso mare per cari­care i pas­seg­geri e infine ritor­nano all’autostrada) rad­dop­piando il traf­fico e l’inquinamento in via Libertà. Non solo. Tra le con­se­guenze elen­cate da Capurro vi sono la ridu­zione delle pos­si­bi­lità di ven­dita da parte dei com­mer­cianti di via Libertà e di via Mameli pri­vati del tran­sito dei turi­sti con e l’impoverimento dei nego­zianti al di fuori del cen­tro sto­rico “in con­tro­ten­denza con la poli­tica di Costa che ha boc­ciato il Christ­mas Vil­lage su mare per non dan­neg­giare i com­mer­cianti dell’interno”.

La strada intra­presa isti­tuendo il nuovo per­corso sarebbe quindi, per Capurro, in anti­tesi con il pro­getto di bike sha­ring, la boc­cia­tura del Christ­mas Village, il par­cheg­gio di inter­scam­bio al Pog­gio­lino pro­po­sto dal vice sin­daco Alongi per il con­certo di Vecchioni, le buone regole di viabilità, la salute dei cit­ta­dini di via Libertà, corso Ita­lia e corso Colombo e con­tro gli inte­ressi eco­no­mici dei com­mer­cianti di via Libertà e di via Mameli.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>