Published On: Gio, Gen 29th, 2015

Autostrada rumorosa: nuove barriere fonoassorbenti a Sestri

Si è svolto ieri, mercoledì 28 gennaio, l’incontro tra l’Assessore alle Infrastrutture di Regione Liguria, Raffaella Paita, la SALT, Società Autostrade Ligure Toscana, il Sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio e gli abitanti del quartiere della Lavagnina, per fare il punto sula questione relativa alle barriere fonoassorbenti che rappresenta una problematica per la quale da tempo i cittadini chiedono una soluzione.
Durante l’incontro SALT ha dichiarato che è stato finalmente tracciato il percorso definitivo per la soluzione del problema del rumore proveniente dall’autostrada: grazie all’appoggio dell’assessorato alle infrastrutture di Regione Liguria e del Comune di Sestri Levante è stato infatti definito il progetto di installazione delle barriere fonoassorbenti nel tratto di autostrada che sovrasta il parco della Lavagnina. Concluse tutte le fasi di progettazione, il progetto esecutivo è in fase di invio al Ministero delle Infrastrutture dopodiché sarà possibile per SALT mettere a bando l’affidamento dei lavori che potranno quindi cominciare per l’autunno 2015.
I cittadini sono stati chiamati a dare il loro contributo: il colore delle barriere infatti è stato deciso dagli abitanti del quartiere durante incontri precedenti.
Dichiara il Sindaco di Sestri Levante: “Sono molto soddisfatta per questo percorso iniziato anni fa che, grazie all’appoggio della Regione, prende definizione e concretezza andando a risolvere un problema della cittadinanza. Da parte nostra continuerà l’osservazione del prosieguo del percorso per garantire agli abitanti del quartiere la soluzione del problema nei tempi e modi previsti.”

Commento

Si tratta indubbiamente di una decisione positiva. Sarebbe però opportuno, in questi anni, cominciare a pensare a soluzioni che non prevedano solo il costo di una qualsiasi struttura pubblica, ma che provino ad individuare anche dei ricavi, così da non pesare sempre e soltanto sulle spalle dei cittadini. Rispetto ai pannelli fonoassorbenti, per esempio, si dovrebbe pensare se potrebbero essere “anche” dei pannelli fotovoltaici, in grado di produrre elettricità da rivendere sulla rete elettrica. Probabilmente a oggi non c’è un prodotto simile, ma è un fatto che in Italia ci si debba pensare e con fretta. In fondo in Trentino tutto ciò è già stato fatto, come avevamo scritto quasi due anni fa, quando si parlò di 3 milioni di euro per insonorizzare l’autostrada nella zona Lavagnina. Il progetto ora è arrivato al via, ma resta l’idea (che non riguarda certo la SALT e il solo Comune di Sestri Levante) della necessità di sfruttare le aree di attraversamento urbano in maniera meno dispendiosa.

Si veda anche il caso del Tunnel du soleil, il tunnel di 3,6 km. fatto di pannelli fotovoltaici lungo la ferrovia TAV Parigi Amsterdam. I pannelli forniscono elettricità sia per la circolazione dei treni, sia per alimentare le infrastrutture della stazione come riscaldamento , segnali ecc. In totale ogni anno sono prodottin 3.300 MWh di elettricità che corrispondono ai consumi di 950 famiglie o a una giornata di circolazione completa dei treni in Belgio.

Pannelli a Marano, autostrada del Brennero

Pannelli a Marano, autostrada del Brennero

Tunnel_anversa

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Gatto nero ha detto:

    Il colore scelto dagli abitanti della Lavagnina,coadiuvati dal Sindaco e dalla Regione,sarà indubbiamente rosso. Ma prima che Sestri sia contorniata da pannelli fonoassorbenti,non si potrebbero fare i pannelli fotovoltaici come in Trentino? Certo in Trentino c’é un’altra amministrazione. Ma se continuiamo a fare come quel marito,che per fare dispetto alla moglie,si é evirato,non si caverà mai il ragno dal buco!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>