Published On: Mer, Giu 4th, 2014

Ballottaggio per il sindaco di Rapallo: PRC non appoggerà Capurro

Doccia fredda (ma non inattesa) per il recupero di Capurro su Bagnasco: Prc non darà il suo appoggio al candidato del Pd. Nel comunicato che segue Rifondazione comunista di Rapallo spiega il perché.

«Un buon risultato, si può ripartire: ricostruiamo la sinistra. Però che brutto ballottaggio, siamo ritornati indietro di 20 anni.

Per quanto ci riguarda, le elezioni sono andate bene, possiamo dirci soddisfatti. Ringraziamo gli oltre 450 elettori che ci hanno dato fiducia, valorizzando così l’impegno dei militanti, il cui apporto è stato fondamentale, e le nostre proposte, riteniamo quindi positivo il risultato ottenuto nonostante i soli due mesi avuti a disposizione per raccogliere firme, scrivere il programma e far conoscere idee e candidati, contando inoltre che Matteo Melis era il più giovane e meno noto del lotto.

A ciò si affianca anche l’importante affermazione dell’Altra Europa con Tsipras, che abbiamo appoggiato convintamente in questi mesi, sobbarcando come partito tutti gli impegni di supporto sul territorio di Rapallo, e che vede dopo anni il ritorno di rappresentanti della sinistra italiana nelle aule del Parlamento Europeo.

Ma tutto questo è solo l’inizio, Rapallo ha bisogno di una sinistra credibile: come già detto nei mesi scorsi finita la campagna elettorale inizia la politica. Dal 9 giugno il nostro obiettivo sarà ricostruire uno spazio condiviso, con chi ci starà, senza preclusioni, a partire dai delusi dal Pd, dalle forze che non hanno partecipato e da chi da sinistra ha sostenuto altri candidati, sia in altri partiti che in altre liste civiche, per ricostruire una casa comune e dare una speranza per il futuro della città.

Cominciamo a ritrovarci venerdì 6 giugno, per una bicchierata finale di festeggiamento alle ore 18.30, presso il nostro circolo di via Laggiaro 44, a cui sono invitati tutti i cittadini. Anche quelli che non ci hanno votato.

Ah, il ballottaggio.

Alla fine è andata come nella peggiore delle ipotesi, per l’ennesima volta si affrontano le due facce della stessa medaglia, per poi avere un vincitore, il Sindaco, e due sconfitti: lo sfidante e la città di Rapallo. È quindi scontato dirlo, ma lo ribadiamo: Rifondazione Comunista non appoggerà nessuno, per noi le elezioni sono terminate.

La nostra posizione è stata chiara sin dall’inizio, non per nulla ci siamo presentati con l’intento di opporci a questo agglomerato di potere e interessi che in un modo o nell’altro governa la città da sempre, basato su una maggiore capacità economica, quasi irridente nei confronti delle altre forze politiche, che è poi sfociata nella mobilitazione di 80 candidati consigliere per coalizione. La contiguità tra le due forze è stata anche esplicitata dalla stucchevole querelle sull’appoggio del Nuovo Centrodestra reclamato da entrambe e dalla sfilata di maggiorenti e ministri del Governo nazionale, invitati a fare un bel giro turistico in campagna elettorale.

Dal punto di vista delle idee è chiara anche la distanza rispetto al nostro programma, il quale è pubblico e a disposizione di chiunque sia interessato a consultarlo, e non potrà certo trovare realizzazione in caso di vittoria di uno dei due contendenti.
Il Direttivo del Prc di Rapallo
comune_rapallo_2

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>