Published On: Mer, Dic 16th, 2015

Bancarotta fraudolenta per 8 soci di cantiere navale che hanno occultato 8 milioni di entrate e prelevato 1 milione dai fondi

L’impresa operava nel settore delle costruzioni navali, otto i denunciati. Secondo quanto ricostruito dalla finanza, gli amministratori avevano sottratto 950 mila euro di patrimonio alla società e nascosto al fisco circa 8 milioni di euro.

Si noterà intanto che i fallimenti nel settore della nautica sono stati molto numerosi nel 2011 nel Tigullio (grazie alla infame legge Monti che tassava il settore). Non tutti sono stati fraudolenti come questo, ma sono stati favoriti dalle politiche pubbliche.

La situazione contabile della società navale è stata evidenziata da un’indagine fiscale eseguita dalla Guardia di finanza. Sarebbero stati gli amministratori della società a sottrarre illecitamente all’azienda, già in grave crisi, una parte del patrimonio, portandola così al fallimento. Le cifre sottratte sarebbero di 950.000 euro, mentre in totale sarebbero 8 milioni i crediti attivi non denunciati al fisco.
E’ così scattata l’incriminazione per bancarotta fraudolenta e appropriazione indebita.
E’ una pratica diffusa quella di creare società in grado di fare cassa velocemente, per poi farle fallire.

A Rapallo invece crescono i fallimenti nel settore edile (e non): 23 appartamenti sono attualmente in vendita all’asta fallimentare.

yacht vismara nautico

yacht Vismara

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>