Published On: Dom, Lug 31st, 2016

Barcarolata addio. Silent night in arrivo. A Portobello, la baia più bella, si parla di fuoribordo accesi, di ormeggi, di scogli da sistemare

Dopo il successo della Barcarolata (per la quale è opportuna una selezione che migliori il livello qualitativo degli addobbi) e in attesa della Silent Night, con le sue migliaia di ragazzi a ballare nel tappeto di sabbia della Baia del Silenzio, fervono i mugugni a Sestri Levante.

Si critica per esempio l’utilizzo del motore fuoribordo per l’andirivieni di persone dagli ormeggi al moletto posto davanti al palazzo Rizzi. E’ una contraddizione in termini: l’uso del motore è proibito a riva, eppure -come precisa a Tigullio News il maresciallo Francesco Colella, responsabile della Guardia Costiera di Sestri levante- nella Baia di Portobello una vecchia concessione demaniale (precedente all’affidamento del demanio ai Comuni) permette una deroga permanente, proprio in una zona in cui l’equilibrio ambientale è delicato. La deroga però non riguarda altri soggetti che pure accendono i motori a due metri dalla spiaggia…

A questo proposito ci si deve ricordare di allargare lo spazio tra gli scogli dei “Tre fre'”. Alcuni scoglietti infatti sono finiti in mare sotto i colpi delle onde e hanno ostruito la circolazione delle acque, favorendo così la fioritura delle alghe a giugno e luglio.

Infine tutti chiedono che gli ormeggi vengano ridotti. Alcuni sostengono che sia bello toglierli completamente. Siamo contrari: lasceremmo le barche dei residenti: i gozzi, il leudo (se volesse stare a Levante nei mesi estivi), il rivanetto, le barche utilizzate per la pesca e lo sport… In questo modo la baia resterebbe viva e non museificata. Ma gli altri tipi di imbarcazione non dovevano andare nelle aree portuali, com’era ipotizzato nel piano ormeggi presentato a inizio anno?

Silent disco 2013

Silent disco 2013

loc barcarolata

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>