Published On: Dom, Apr 13th, 2014

Battuto anche il Verona: Recco avanti tutta.

Galli schiaccia in meta. Foto P. Ruggieri

Galli schiaccia in meta. Foto P. Ruggieri

13/04/2014 – L’Aircom Pro Recco Rugby batte il CUS Verona 24-15, conquista il bottino pieno per la terza partita consecutiva e si porta a soli 4 punti dalla certezza matematica della qualificazione ai play off. Oggi contro i veneti, diretti concorrenti nella conquista delle zone alte della classifica e avversari tradizionalmente ostici e difficili, i ragazzi di Villagra hanno giocato una partita di grande sostanza e qualità, controllando bene in mischia chiusa, difendendosi dalle decise sortite offensive avversarie e colpendo con efficacia in attacco sia con il pack che con i trequarti.

“Siamo contenti – sorride esausto capitan Davide Noto – perché abbiamo conquistato i 5 punti con una bella prova e nonostante assenze importanti. E’ stata sicuramente una bellissima vittoria di squadra, di tutto il gruppo: volevamo fortemente vincere, ci siamo preparati bene e abbiamo affrontato il Verona con l’atteggiamento giusto e giocando bene. Abbiamo sbagliato tanto in touche e dalla piazzola, ma la prestazione generale e l’efficacia del gioco ci hanno permesso di riuscire comunque a vincere e di farlo portando a casa tutti i punti in palio”.

Assente il “cecchino” Agniel per infortunio, la maglia numero 10 è finita sulle spalle di Becerra e dalla piazzola si sono alternati lo stesso Becerra (per lui 1/2) e Cinquemani (1/4). La maglia numero 9 di Villagra, precauzionalmente in panchina per gli strascichi di un brutto colpo ricevuto contro Rubano, è stata presa da Gonzalez, oggi dunque mediano di mischia.

L’incontro non inizia bene per gli Squali: al 1’ Verona è già in piazzola e Michelini (per lui oggi 2/3) segna lo 0-3. Le squadre si affrontano a viso aperto ed è il Verona a portarsi in attacco, ma senza riuscire a concretizzare. La prima mischia arriva solo dopo 11 minuti e il pack recchelino fa subito vedere di cosa è capace, contro il pur solido pacchetto veronese. La partita è intensa e gli uomini in campo si affrontano senza risparmiarsi ma anche senza riuscire a sbloccare il risultato per mezz’ora. La mischia biancoceleste è sempre più in cattedra e al 32’ Filippini, dopo ripetuti falli del pacchetto nero verde, rimedia un cartellino giallo. Un minuto dopo, sugli sviluppi di un raggruppamento avanzante, il pilone Galli schiaccia oltre la linea, Cinquemani trasforma e 7-3, risultato che chiuderà il parziale.
Nel secondo tempo gli Squali partono forte, ben consapevoli di dover dare tutto per riuscire a portare a casa la vittoria. Al 14’ Cinquemani è velocissimo a raggiungere una palla in area di meta e a schiacciare per la seconda marcatura dell’incontro, lo stesso giocatore fallisce la trasformazione e 12-3. Grazie alla forza del pack, il possesso di palla è in mano ai padroni di casa che, nonostante un giallo rimediato da Giorgi (placcaggio giudicato pericoloso) insieme all’avversario Laryea (fallo di reazione) e ad un calcio di punizione sbagliato da Cinquemani, vanno nuovamente in meta al termine di una stupenda azione al largo: al 22’ Becerra, con un preciso calcio, imbecca Cinquemani che prende palla, assorbe i difensori avversari e, con un preciso passaggio, regala a Bisso la possibilità di involarsi in meta tra gli applausi scroscianti del pubblico. Becerra si incarica della trasformazione ma è impreciso e il punteggio è 17-3. Il Verona, che non smette neppure per un attimo di lottare e rendersi pericoloso, non sta a guardare: al 26’ Furlan è il più veloce di tutti, si invola oltre la linea, Michelini trasforma e accorcia le distanze sul 17-10. Gli Squali però vedono il traguardo troppo vicino per lasciarselo sfuggire e al 33’ arriva anche la meta del bonus: Neri va oltre la linea, Becerra trasforma e 24-10. Pur con pochi minuti ancora da giocare, i neroverdi non pensano proprio di mollare e la loro tenacia è premiata al 39’ da una meta di Badocchi, che porta oltre la linea una potente rolling maul, Michelini non trasforma e la partita si chiude sul 24-15.

Durante l’ultimissima azione di gioco, tanta paura per Andrea D’Agostini, subentrato a Correoso nei primi minuti della ripresa: il trequarti biancoceleste, dopo una bella palla rubata in touche, rimane sotto ad una ruck e la decisa pulizia della stessa causa un brutto schiacciamento della testa del ragazzo, rimasta incastrata in malo modo tra le spinte di compagni ed avversari. Al proseguimento dell’azione, il giocatore rimane disteso a terra, esanime e preda di convulsioni. Un enorme spavento per tutti, ma il ragazzo riprende subito conoscenza, intervengono rapidamente medici e paramedici e viene portato subito in ospedale, da dove arriveranno più tardi, per fortuna, notizie positive ed una rapida dimissione.

Vincendo questo scontro diretto, Villagra e i suoi ragazzi, oltre ad aver prolungato ulteriormente l’imbattibilità casalinga, hanno messo 10 punti di distacco sul Verona e ora l’unico vero avversario rimasto a poter insidiare la qualificazione ai playoff è il Valpolicella. I veneti di San Pietro in Cariano, imbattibili in casa e sempre temibili per chiunque anche fuori, hanno ora 7 punti in meno rispetto al Recco: gli Squali, con due giornate di campionato ancora da giocare, sono dunque a 4 punti dalla certezza matematica della qualificazione ai play off per il secondo anno consecutivo.

Dopo la sosta pasquale, L’Aircom Pro Recco cercherà di staccare il biglietto per la fase finale del torneo affrontando in casa il Brescia, domenica 27 aprile.

———–

Tabellino:

AIRCOM PRO RECCO-FRANKLIN&MARSHALL CUS VERONA 24-15 RUGBY (7-3)

RECCO: Correoso (6′ st D’Agostini), Neri, Bisso, Torchia, Cinquemani, Becerra, Gonzalez (37′ st Villagra), Salsi, Giorgi, Orlandi, Rapone, Narcisi (23′ st Vallarino), Galli (10′ st Sciacchitano), Noto (34′ st Bedocchi), Cafaro.
Allenatore: Villagra

VERONA: Pizzardo, Laryea, Del Bubba, Neethling M., Furlan, Michelini E., Mariani, Bergamin (1′ st Pauletti), Badocchi, Paghera (5′ st Liboni), Braghi (23′ st Mazzi), Filippini, D’Agostino (29′ st Michelini A.), Neethling R. (27′ st Girelli), Zani
Allenatore: Bresciani.

Marcatori: p.t.: 1′ cp Michelini 0-3, 33′ meta Galli tr Cinquemani 7-3.
S.t.: 14′ meta Cinquemani 12-3, 22′ meta Bisso 17-3, 26′ meta Furlan tr Michelini 17-10, 33′ meta Neri tr Becerra 24-10, 39′ meta Badocchi 24-15.

Arbitro: Roscini di Milano

Cartellini gialli: 32′ pt Filippini (VERONA), 17′ st Giorgi (RECCO) e Laryea (VERONA).

————

Serie A – Girone A – XX giornata – 13.04.14 – ore 15.30
Accademia FIR v L’Aquila Rugby 1936, 37 – 35 (5-2)
Pro Recco v Franklin&Marshall Cus Verona, 24 – 15 (5-0)
RC Valpolicella v Rugby Colorno, 22 – 16 (4-1)
Romagna RFC v Rubano Rugby, 12 – 17 (1-4)
Rugby Banco di Brescia v Rugby Lyons Piacenza, 20 – 27 (1-5)
Rugby Udine v Aeroporto di Firenze Rugby, 32 – 27 (5-1)

Classifica:
L’Aquila Rugby 1936, punti 81, Lyons Piacenza punti 70; Recco punti 67; Accademia FIR punti 66; Valpolicella punti 60; Cus Verona punti 57; Rugby Colorno punti 56; Rugby Banco di Brescia punti 37; Udine punti 35; Rubano punti 29; Firenze 16; Romagna punti 11.

Prossimo Turno domenica 27 aprile 2014
Recco – Brescia; Colorno – L’aquila Rugby 1936; Rubano – Udine; Firenze – Romagna; Cus Verona – Accademia FIR; Lyons Piacenza – Valpolicella.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>