Published On: Gio, Ago 4th, 2016

Belpiano (Borzonasca): 81 migranti ospitati in una frazione di 30 abitanti

ANCI Liguria è accanto al Comune di Borzonasca per trovare insieme alla Prefettura di Genova una soluzione alla situazione, ormai insostenibile, di Belpiano, piccola frazione di 30 abitanti che oggi ospita ancora 81 migranti, secondo logiche di emergenza.

Dopo una seduta straordinaria del Consiglio Comunale di Borzonasca, che lo scorso 29 giugno ha visto maggioranza e opposizione concordi nell’approvazione di due ordini del giorno analoghi, l’Amministrazione di Borzonasca ha espresso la volontà di accogliere sul proprio territorio, nel più breve tempo possibile, 10-15 profughi, in strutture gestite direttamente, tramite soggetti sociali locali e fidati, all’interno di un nuovo progetto SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), il cui bando dovrebbe essere emanato dal Ministero dell’Interno subito dopo l’estate. Tutto ciò accogliendo le indicazioni di ANCI in tema di accoglienza diffusa e andando oltre la soglia dello 0,3% indicata dal Ministro Alfano come tetto per la sostenibilità dei territori.

A fronte dell’apertura di questa struttura, progettuale e inserita nella comunità locale, il Comune di Borzonasca chiede la chiusura definitiva della struttura di Belpiano.

Questa la proposta presentata nei giorni scorsi al Prefetto di Genova dal Sindaco Giuseppino Maschio, dal consigliere di opposizione Giannetto Mortola e da un gruppo di residenti di Belpiano, con il supporto di ANCI Liguria.

 La Prefettura di Genova – il cui maggiore controllo e ispezioni ha consentito che molte migliorie siano state apportate a Belpiano dall’attuale gestore – ha convenuto che, qualora la struttura comunale sia attivata ed anche altri Comuni del territorio aderiscano allo SPRAR offrendo in accoglienza diffusa posti a sufficienza per gestire i contingenti di persone assegnati dal Ministero alle Prefetture liguri, Belpiano potrebbe essere finalmente chiusa e superata da modalità di accoglienza più adeguate qualitativamente e quantitativamente.

 In altre strutture del Tigullio si lamentano altri problemi: i giovani ospiti lavorano anche 10 ore al giorno nelle aziende, e hanno ricevuto dopo oltre 4 mesi la prima mensilità da parte della Regione.

Belpiano---Parco-avventura-indian-forest---liguria--3

Belpiano—Parco-avventura-indian-forest—liguria–3

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>