Published On: Sab, Mag 11th, 2013

Berlangieri stamani a Riva Trigoso per presentare #TurismoDem

turismo dem a riva trigono

SESTRI LEVANTE. La campagna di promozione del progetto #TurismoDem dell’assessore regionale al turismo Angelo Berlangieri ha toccato stamani Riva Trigoso. Una riunione di commissione turismo del PD Liguria aperta ai canali dei social media, con l’intento di far avvicinare la politica alle persone, facendole intervenire rispondendo sui social network per valorizzare al meglio le eccellenze turistiche locali. Hanno partecipato anche imprenditori locali del settore. “Credo che il nostro futuro turistico vada ricercato anche nei filoni del cosiddetto “turismo esperienziale” che consiste nel far vivere al cliente la vita, le tradizioni, le bellezze naturalistiche che offre il nostro territorio, che ci differenzia da destinazioni più esotiche a basso costo, quel “made in Italy” fatto di cultura, ambiente, gastronomia, storia, mare e natura – ha detto Marcello Massucco, responsabile turismo Pd Tigullio e candidato PD al Consiglio Comunale di Sestri Levante. A tal proposito vorrei sottolineare l’importante progetto regionale che partirà a breve e che collega i sentieri da Sestri a Levanto; l’attività di promozione turistica dei Consorzi Sestri Levante In e H&R, anche in occasione di Sestri Les Vins, manifestazioni sportive come la recente tappa del circuito MTB svoltasi sulla Selva e che ha riempito Sestri ad inizio aprile”. Attività che consentono di allungare decisamente l’orizzonte della classica stagione balneare, muovendo importanti flussi di turisti in primavera ed autunno. “Le nostre frazioni rischiano lo spopolamento ed il conseguente degrado a causa di una situazione di marginalità rispetto agli interessi economici che gravitano intorno al movimento turistico e commerciale costiero. Lo sviluppo turistico deve passare per un ritorno dei giovani ai luoghi di origine, riuscendo ad avviare piccole imprese commerciali: ricettività di charme, ristorazione a “km zero”, agricoltura di qualità – aggiunge Massucco -. Si può inoltre studiare in queste aree la realizzazione di un progetto di “albergo diffuso” mediante l’utilizzo di volumi pubblici o privati in disuso che permettano il recupero di parti frazionali ormai disabitate, sull’esperienza vincente delle regioni del centro Italia come Umbria e Toscana. Non occorre proporre opere faraoniche ed invasive, per fare turismo di qualità è sufficiente mettere a sistema, valorizzare e preservare dal cemento il nostro splendido territorio: i turisti cercano le atmosfere, i profumi, i sapori, gli scorci che fanno diventare la tipicità ligure un modello di vita che vale la pena di “gustare” con tutti i sensi”.

DATI E NOTE SUL TURISMO EMERSI DALLA DISCUSSIONE

– Il “brand Italia” per il turismo è da ridefinire in toto;
– Il turismo è un settore strategico per lo sviluppo, e invece non ha nemmeno un ministro;
– L’osservatorio turistico ligure è il più completo in Italia. I suoi dati ci dicono che la spesa turistica per le attività culturali e ricreative è in crescita del 44% tra il 2011 e il 2012 (abbigliamento e calzature: -20%);
– Importanza del ripristino di 130 km. di sentieri tra Levanto e Sestri Levante;
– Riqualificazione della baia di Riva: già ora è conosciuta e utilizzata per parapendio, arrampicata su roccia, vela, ma senza che questo valore sia messo a sistema;
– Tasse mostruose, c’è l’obbligo di ridurle, anche con un gruppo di pressione coordinato con altre Regioni e con la valutazione sull’operato di Governo e Parlamento per il settore (anche con un sito). Tax free sul settore turistico con in più una maggiore uscita dal “nero”.
– Progetto “Tigullio today” e altri servizi per il turista da valorizzare e supportare;
– Tasse abnormi: Alessandro Riccomini (presidente Assobalneatori): “L’IMU sulle aziende è un suicidio per l’economia. I miei bagni quest’anno hanno pagato 18.000 euro di IMU. Il salasso ha prodotto la riduzione del 30% del personale, mentre dal 2004 al 2011 eravamo arrivati a 26 dipendenti. La legislazione è comica, se non fosse tragica: devo assumere per legge due bagnini a maggio anche col gelo in spiaggia. Un ragazzo va assunto, poi licenziato a giugno per non avere l’obbligo automatico di assunzione a tempo indeterminato. Poi va riassunto di nuovo…”
– Crisi dell’Outgoing (turismo dei residenti all’estero): Gastaldi sta andando via da Genova; Viaggi del Ventaglio è in crisi con 120 persone in CIG

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Mykros ha detto:

    Spesa per il turismo più 44%???
    Ma allora come mai la spiaggia è sempre più vuota???
    Riccomini paga l’IMU???
    Tanto piacere, io sono un altro che paga l’IMU, e sono un pensionato che con grande fatica è arrivato a possedere la sola prima casa. E quando lavoravo, lavoravo circa 11 mesi l’anno per un mese di ferie, non 3 mesi l’anno con 9 di ferie!!!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>