Published On: Mer, Lug 29th, 2015

Bilancio comunale di Chiavari 2015: cosa cambierà per i cittadini

Bilancio in equilibrio e Piano delle Opere Pubbliche: dichiarazioni del Sindaco Roberto Levaggi e dell’Assessore alle Opere Pubbliche Sandro Garibaldi

Di seguito quanto dichiara il Sindaco Roberto Levaggi:

“Quest’anno lo Stato, attraverso il fondo di Solidarietà Nazionale, ha effettuato un prelievo di oltre un milione e mezzo di euro in più rispetto allo scorso anno: il comune di Chiavari pertanto è obbligato a versare circa 13 milioni di euro allo Stato, tutte tasse pagate dai cittadini chiavaresi. Il patto di stabilità ci sta inoltre bloccando più di 16 milioni di euro, con la disponibilità dei quali potremmo invece realizzare importanti opere pubbliche. Nonostante tali impedimenti posso affermare con orgoglio che abbiamo elaborato  un bilancio in equilibrio economico finanziario e siamo riusciti a non aumentare la tassazione: la TARI è stata anzi leggermente abbassata, l’addizionale IRPEF non viene ritoccata, l’IMU verrà ridotta per chi entrerà nel Patto d’Area dei commercianti; e ci sarà anche una riduzione dell’IMU  attraverso il fondo sociale della casa per chi affitta a coppie con determinati requisiti o a persone che documentino specifiche condizioni di povertà. Quindi ci sono due nuove doppie agevolazioni sull’IMU, dopo averla già ridotta lo scorso anno per gli alberghi, al fine di incentivare il turismo. Nonostante circa un milione e mezzo di euro in più prelevati dallo Stato Centrale rispetto al 2014,  riusciamo a chiudere in equilibrio grazie ad alcuni tagli e a indispensabili razionalizzazioni nella spesa corrente, senza però intaccare in alcun modo il sociale. Il merito è della mia Giunta e degli uffici, che sono riusciti a fare un ottimo lavoro mantenendo il bilancio in equilibrio nonostante gli oneri ulteriori richiesti dallo Stato”.

Di seguito dichiarazione del Vicesindaco e Assessore alle Opere Pubbliche Sandro Garibaldi:

“Per quel che riguarda le opere pubbliche abbiamo fatto un lavoro notevole; il patto di Stabilità impone al Comune di Chiavari di incassare almeno 2 milioni e mezzo di euro prima di poter investire qualsiasi cifra per opere pubbliche: quest’anno, grazie alla vendita della Colonia Fara, potremo spendere qualcosa in più. Ad oggi abbiamo realizzato opere pubbliche per più di due milioni di euro, già finanziate, molte delle quali per mettere in sicurezza e ripristinare il territorio gravemente colpito dai pesanti danni alluvionali dello scorso novembre. Contestualmente all’approvazione del bilancio ad agosto approveremo anche il piano delle opere pubbliche, che ammonta ad oltre 5 milioni di euro. E’ una grande opportunità, un fatto eccezionale rispetto agli altri comuni liguri, possibile grazie alla vendita della Colonia Fara. Di questi 5 milioni  circa 1 milione e mezzo di euro saranno investiti per opere che saranno realizzate in maniera certa. Se poi a settembre ci dovessero sbloccare il patto verticale di stabilità, attraverso i fondi che  vengono elargiti dallo Stato alle Regioni, potremmo appaltare e mettere in cantiere gran parte delle ulteriori opere. Tra queste la risistemazione della Piscina del Lido oltre che una serie di opere di manutenzione stradale e di edifici pubblici, come Palazzo Rocca e la riqualificazione della passeggiata a mare, la cui pavimentazione attuale in legno è deteriorata. La Piscina del Lido andrà risanata sulla base di un progetto che stiamo attendendo dai gestori dello stabilimento, ai quali abbiamo concesso una proroga; successivamente stanzieremo circa 100.000 euro per affidare a studi di architettura qualificati il restauro di Palazzo Rocca, un palazzo che rappresenta il centro culturale della città. Abbiamo inoltre inserito 1 milione e 400 mila euro per completare l’ala est della Scuola Mazzini”.

Palazzo Bianco , sede del  Comune

Palazzo Bianco , sede del Comune

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>