Published On: Mar, Apr 3rd, 2012

Borgo Renà: iniziati i lavori di rinforzo dopo le mareggiate

SESTRI LEVANTE. Escavatori in azione a levante. Le forti mareggiate che hanno insistito sul Tigullio durante i mesi di novembre e dicembre avevano provocato numerosi danni al litorale di Riva Trigoso, in particolare a Borgo Renà (vedi questo articolo). Sono iniziati in questi i giorni i lavori di rinforzo del muraglione che sostiene la strada che scende verso la spiaggia: “l’intervento prevede anche la sistemazione delle voragini provocate dalla mareggiata nel piazzale sovrastante – siega il vicesindac0 Giorgio Calabrò – dopo Pasqua inizierà l’opera di ripascimento, con il trasporto di sabbia per sistemare l’arenile: siamo in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Arpal”. La lunga mareggiata di novembre ha provocato una profonda erosione e abbassamento della spiaggia di Riva, in particolare nella parte di levante della baia. Numerosi i sifonamenti e scalzamenti del suolo, che sono culminati in un grave dissesto, con crollo delle opere di difesa a mare, e conseguente collasso della strada stradale in conseguenza della mareggiata dello scorso 5 dicembre 2011. Sono stati quindi realizzati, a dicembre, in somma urgenza, gli interventi minimi, urgenti ed indifferibili per l’arresto del dissesto e il ripristino della circolazione veicolare da e per Moneglia. Rimanevano, tuttavia, da effettuare ancora una serie di interventi di ripristino delle opere di difesa e di accesso al litorale, indispensabili per la messa in sicurezza dell’area anche in vista della stagione primaverile. Ancora in stand by la situazione dell’ex cantiere Diano, parzialmente crollato dopo le forti libecciate della stagione invernale: “stiamo aspettando la fideiussione per procedere con la demolizione di quei 10 metri circa di capannone pericolante – commenta il vicesindaco – per quanto riguarda la parte più sana, la decisione sul da farsi spetta prima al Demanio, poi decideremo quale sarà la destinazione”.

Dalla delibera di Giunta del 22 marzo 2012: “Gli interventi previsti consistono nel ripristino dello stato dei luoghi e dell’accessibilità all’arenile e, in particolare, in:
– interventi riempimento dei sifonamenti con pietrisco e massi di cava e successivo ripristino della pavimentazione;
– interventi di ripristino della scogliere costituente la rampa di discesa percorribile da portatori di handicap mediante smontaggio e ricollocamento degli scogli e ripristino pavimentazione esistente in massetto di calcestruzzo;
– ripristino del parapetto in legno del terrapieno e della rampa.
Per detti interventi è previsto l’utilizzo di massi naturali di cava, della stessa tipologia di quelli presenti in loco, e di pietrame e tout-venat di cava di idonea pezzatura. I materiali da utilizzarsi per il ripristino dello steccato in legno e della pavimentazione saranno della stessa tipologia di quelli preesistenti. In aggiunta agli interventi oggetto della presente perizia sarà, inoltre, effettuato anche un intervento di ripascimento stagionale a carattere manutentivo, al fine di ripristinare le quote della spiaggia e ristabilire un profilo di equilibrio sufficientemente stabile. Contestualmente ai lavori oggetto della perizia sarà effettuato un intervento di ripascimento stagionale con materiale della barra fociva del Torrente Petronio”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>