Published On: mer, Lug 25th, 2018

Borsine della spesa non più di plastica: si sciolgono in acqua in 5 minuti

Arriva forse una soluzione contro l’infernale presenza della plastica nei mari del mondo, incluso il mar ligure, purtroppo.
L’invenzione di due geniali cileni che cercavano un prodotto in capsule per detergenti da lavatrici o lavastoviglie, potrebbe essere sul mercato già nel prossimo autunno. L’azienda produttrice si chiama Solubag.

Il materiale utilizzato per le borse anti plastica è semplicissimo: il calcare. Un materiale che si scioglie in pochi minuti a contatto con l’acqua senza rilasciare sostanze nocive. Peccato che non possa essere usato per le bottiglie o per le borsine della spesa in caso di pioggia…
La tecnología permette di creare prodotti in forma di film semitrasparente, oppure simile alla tela, più resistente all’acqua e al peso e degradabile con qualche minuti di tempo in più…

Il Cile, è una nazione molto avanzata, che ha già vietato da tempo i sacchetti di plastica. “La grande differenza tra la plastica tradizionale e la nostra è che la prima rimarrà tra i 150 e i 500 anni in natura e la nostra solo cinque minuti. Decidiamo quando distruggerla: presto potremo riciclare nella lavatrice“.
I costi sono simili a quelli della plastica.