Published On: Mar, Lug 15th, 2014

Burocrazia assassina: solo oggi inizia la ricerca del segnale dell’iPhone di Ferdinando Rollando

Non sappiamo cosa dire, se non Burocrazia assassina. Infatti partirà soltanto oggi -dal versante francese- la ricerca tramite il segnale emesso dall’iPhone di Jassim Mouzani, il ragazzo che si trovava con Rollando nella salita alla vetta del Monte Bianco.

Se capiamo bene, dal lato italiano la ricerca non si è avviata perché servivano delle autorizzazioni, richieste etc.
Infatti, anche se l’iPhone non aveva la app per la geolocalizzazione (come è possibile?) è tuttavia possibile rintracciare il segnale di uno smartphone. Burocrazia permettendo, appunto.

Il sospetto di colpevoli ritardi, leggi colpevoli, infami burocrazie, si somma agli errori da parte della guida e della famiglia del giovane franco-algerino,  privi di geolocalizzazione.

L’anno scorso Rollando e il figlio avevano fatto in Afghanistan l’intero periplo della catena dell’Hindukush, estensione più occidentale delle montagne del Pamir, del Karakoram e dell’Himalaya. Nella parte orientale del paese le vette superano i 7000 m s.l.m., la vetta più elevata è il monte Nowshak (7.485 m), l’altezza scende verso ovest: nei pressi di Kabul le vette sono comprese fra i 4500 e i 6000, più a ovest fra i 3500 e i 4000.

Afganistan, foto Roberto Schirra

Afganistan, foto Roberto Schirra

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>