Published On: Gio, Apr 21st, 2016

Burocrazia su condomini e amianto: serve la firma di un “Responsabile per la gestione amianto” iscritto ad albo regionale

Burocrazia in inglese viene spesso scritto “BureauCRAZY” (crazy=follia).
I due casi di oggi sono diversi ma ugualmente ardui da digerire.
Il secondo potrebbe essere riassunto così: “Se volevate un centinaio di euro, potevate prenderveli con prelievo diretto dal c/c. Lo avete già fatto nel 1992”. E’ giusto archiviare e tracciare tutti i movimenti economici degli uffici pubblici, ma senza che ciò gravi sulle spalle dei fornitori privati!

Il primo caso è delirio (l’Asl4 non c’entra). Eccolo:

COMUNICATO STAMPA ASL4: AMIANTO
Ai fini di una efficace informazione e massima diffusione sugli obblighi legislativi regionali  in materia di amianto, si comunica alle SS.LL. che la Regione Liguria con Decreto Dirigenziale n. 3393 del 30 novembre 2011 ha stabilito quanto segue:

  • A far data dal maggio 2014, la compilazione delle schede di  autonotifica (se è autonotifica non dovrebbe essere una complicazione costosa, ndr) e del rapporto di aggiornamento, unitamente alla verifica dello stato di conservazione dei materiali contenenti amianto, non può più essere effettuata  dal solo proprietario e/o amministratore del condominio, bensì obbligatoriamente da un “Responsabile per la gestione amianto” , che abbia conseguito l’attestato di idoneità al ruolo medesimo e che risulti pertanto iscritto all’Elenco Regionale  istituito con il suddetto Decreto.

I nominativi dei tecnici abilitati sono reperibili al seguente link.

Si ricorda che la  prossima scadenza per la consegna delle schede del rapporto di aggiornamento dello stato di conservazione relative ai materiali compatti e friabili è fissata   al 31 maggio 2016.

FATTURAZIONE ELETTRONICA E FATTUCCHIERE
Si è tenuto a Roma il 13/4 scorso l’evento FIASO (Federazione delle aziende sanitarie ed ospedaliere) di presentazione della ricerca sull’impatto della fatturazione elettronica nella Sanità Pubblica. L’indagine, coordinata dal responsabile della Struttura Complessa Bilancio e Contabilità di ASL4 Chiavarese Dr. Nicola Corte per conto ed in collaborazione con FIASO, ha analizzato in dettaglio le criticità riscontrate nella fase di avvio (31/3/2015) e dopo un periodo di sei mesi di rodaggio (al 30/9/2015), con il coinvolgimento di 120 aziende sanitarie ed ospedaliere distribuite su tutto il territorio nazionale.

Il confronto tra i due periodi evidenzia la buona capacità di risposta al cambiamento dimostrata dalle aziende in un arco di tempo relativamente breve. Dopo le difficoltà iniziali, prevedibili di fronte ad un cambiamento così rilevante, il sistema può dirsi sostanzialmente a regime.

Si tratta di una rivoluzione [un costo?, ndr] per  oltre 35 mila uffici pubblici, circa un milione di fornitori privati della PA, per un volume mensile di oltre 2,5 milioni di fatture, nell’ambito del quale la Sanità gioca un ruolo significativo.

Dal 31/3/2015 tutte le fatture destinate alle aziende sanitarie, opportunamente filtrate dal Sistema di interscambio (SDI) gestito da SOGEI (Agenzia delle Entrate), devono essere trasmesse per mezzo di un tracciato elettronico denominato FEPA (fatturazione elettronica per la pubblica amministrazione) secondo quanto previsto dal Decreto Ministeriale 55/2013. Successivamente vengono archiviate in forma sostitutiva, con tutti i vantaggi in termini di trasparenza, integrità e tracciabilità dei dati, economicità di archiviazione per tutto il sistema.

L’indagine pubblicata sul Quaderno FIASO di aprile 2016, scaricabile anche dal sito di ASL4 Chiavarese: www.asl4.liguria.it , analizza il ruolo giocato da tutti gli attori coinvolti nel processo:  Fornitori, SDI, Softwarehouse, Aziende sanitarie, prospettando alcune possibili integrazioni.

“Occorre completare il cambiamento avviato con la dematerializzazione delle fatture, realizzando la dematerializzazione dei processi di gestione delle fatture e dell’intero ciclo passivo”. Questa la sintesi dell’indagine formulata dal dr. Corte, che rappresenterà per conto di FIASO anche in seno al FORUM nazionale per la fatturazione elettronica le istanze delle aziende sanitarie emerse dalla ricerca.
tasse su pmi

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>