Published On: Lun, Gen 21st, 2013

Carannante invoca il registro comunale delle unioni civili

registro unioni civiliRAPALLO. “Con la presente intendiamo fare richiesta ufficiale e porre alla vostra attenzione un tema troppo spesso bistrattato dal mondo politico e istituzionale, ovvero la tutela dei diritti e dell’uguale dignità dei cittadini rapallesi”. Esordisce con queste parole Andrea Carannante, leader locale del Partito Comunista dei Lavoratori per il quale è stato candidato sindaco alle scorse elezioni amministrative rapallesi.

“Ancora oggi, nonostante l’avanzamento della civiltà, tantissime donne e uomini non possono ancora esercitare del tutto liberamente il proprio diritto ad amare, perchè le leggi dello stato mancano di riconoscimento per gli uguali diritti a tutte le coppie – prosegue CarannanteEcco perché chiediamo al Consiglio Comunale di Rapallo di affrontare, nelle sue prossime sedute, anche questa problematica: nonostante le lacune politiche nazionali, infatti, non manca lo spazio per iniziative più o meno concrete, come dimostrato da tante amministrazioni comunali in tutta Italia”.

“Chiediamo l’istituzione di un registro comunale delle unioni civili, che assuma un alto valore simbolico di lotta alla discriminazione e di adesione alla richiesta di una legge nazionale per la tutela delle coppie, ma che può rappresentare anche una concreta possibilità per tali coppie, che hanno rifiutato o non hanno ancora intrapreso il percorso del matrimonio, di vedere già riconosciuti alcuni importanti diritti: basti pensare che diverse amministrazioni comunali, nell’istituire tale registro, hanno ad esempio riconosciuto ai suoi aderenti il diritto all’iscrizione nelle graduatorie per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e in generale nelle graduatorie per le agevolazioni sui servizi rivolti alle coppie”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>