Published On: Lun, Ott 28th, 2013

Carasco: dopo il crollo del ponte, mesi senza camion per le aziende della Fontanabuona?

Il metodo di lavoro emergenziale è fantastico: fa sparire dall’Ordine del giorno le cose più importanti da fare. Nel caso del crollo del ponte di Carasco la carta stampata non chiede nulla, anche se almeno due domande andrebbero poste: Come mai è crollato provocando morti e danni? Può un ponte cadere per “fatalità”? [Aggiornamento: oggi la struttura è stata posta sotto sequestro con procedura “contro ignoti” dalla procura di Genova. Ne siamo soddisfatti e auspichiamo tempi veloci per una determinazione delle responsabilità].

Comunque nel Tigullio non ci si attiva per fare la sola cosa giusta, per la quale già oggi la popolazione e le aziende della Fontanabuona dovrebbero esigere risposte e azioni certe: la ricostruzione immediata del ponte.

Niente: il problema più importante è adesso quello di trovare dei vigili che vadano a impedire ai camion di passare nel percorso alternativo al ponte, che non può supportare carichi di dimensioni superiori a quelli di un pulmino. Il che significa che le aziende di tutta la Fontanabuona devono utilizzare Genova come unica strada per trasportare le proprie merci o per rifornirsi. Riunione oggi al vertice a Genova, per risolvere questo problema (non basta un giro di telefonate?).

In questi giorni le code a Carasco sono estenuanti. Tutti soffrono, tutti tacciono. In Cina un grattacielo viene iniziato e terminato in 15 giorni. Per quanto tempo il crollo del ponte di Carasco sarà una fatalità senza rimedio? Mesi, anni, decenni?

E’ colpa della politica. Ma è anche colpa dei cittadini usi a tacere e ubbidire, a mugugnare senza fare. Se la politica latita e la macchina burocratica impedisce ogni soluzione, le aziende potrebbero richiedere esse stesse consulenze e sottoporre progetti. Accelerare i tempi. Rimboccarsi le maniche. Porre domande, non limitarsi all’Insh’Allah.

Il ponte di 36 km. in Cina

Il ponte di 36 km. in Cina

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>