Published On: Mer, Feb 22nd, 2017

Carige: pene esemplari per Berneschi e gli altri imputati

Carige ha avuto un passato di gestione allegra. RIsultato: 297 milioni di passivo accumulati nel 2016.
Nel frattempo oggi è andato a giudizio una parte della vecchia dirigenza della banca ligure.
L’ex presidente di Banca Carige, Giovanni Berneschi è stato condannato a 8 anni e 2 mesi al processo per la maxi truffa ai danni del ramo assicurativo Carige Vita Nuova. Berneschi sarà sottoposto a libertà vigilata per tutta la durata della condanna. Inoltre, il tribunale ha disposto la confisca di 26 milioni oltre che al pagamento di una provvigione di un milione e 800 mila euro alle parti civili (col commercialista Vallebuona). La truffa consisteva nel far acquistare dal ramo assicurativo della banca immobili e quote societarie di imprenditori compiacenti a prezzi gonfiati per reinvestire le plusvalenze all’estero.

Condannato a sette anni anche Ferdinando Menconi, ex amministratore delegato del ramo assicurativo. Cinque anni e otto mesi per il commercialista Andrea Vallebuona.
Nove anni e due mesi per l’imprenditore Sandro Maria Calloni.
Otto anni e sei mesi per l’imprenditore Ernesto Cavallini.
Un anno e due mesi per il commercialista Alfredo Averna; un anno e un mese per il notaio Piermaurizio Priori, e un anno e due mesi per l’avvocato Ippolito Giorgi di Vistarino. Francesca Amisano, nuora di Berneschi, aveva patteggiato la pena a 2 anni e 3 mesi oltre alla confisca di beni per un totale di 1,3 milioni di euro.
Il Cda di Banca Carige ha deciso un’azione di richiesta du risarcimento danni anche contro l’ex presidente Giovanni Berneschi, Cesare Castelbarco e Piero Montani.

Genova dalla terrazza Carige