Published On: Mar, Gen 24th, 2012

Caro gasolio e nuove direttive europee: anche i pescatori del Levante scioperano

Pescatori solidali con i colleghi scesi in piazza a Genova. I pescherecci della marineria sestrina, ridotti oramai a tre, esprimono solidarietà per i colleghi di tutta Italia, rinunciando ad uscire in mare con le loro barche. “Si tratta di iniziative spontanee, guidate da nessuna sigla, cui ha partecipato il 99% delle marinerie liguri – spiega Alessandro Capelli, comandante del Polpo Mario e responsabile regionale Anapi pesca – …A San Remo e la Spezia molti colleghi hanno consegnato le licenze alle capitanerie”. Il prezzo del gasolio, schizzato a livelli record nonostante il settore sia esente da accise sul carburante, non è che la punta dell’iceberg: numerose sono le norme che stanno mettendo in ginocchio in comparto, attraverso una via crucis iniziata nel 2010 con l’introduzione delle restrizioni sulle maglie per lo strascico, l’imposizione di maggiori distanze dalla costa e la messa al bando delle pesche speciali. Ora a rischio sono gli sgravi fiscali su Inps e Inail, passati dall’80 al 60% e forse destinati a sparire; l’introduzione delle licenze a punti, con criteri più severi nelle decurtazioni; l’imposizione di macchinosi processi burocratici, come il giornale di pesca e la nota di sbarco da consegnare alle capitanerie entro 48 ore dal rientro a terra. ” Oltre al caro gasolio temiamo anche l’imposizione dell’Iva su di esso – prosegue Capelli – è in atto un piano ben ordito per farci chiudere, nonostante il settore rappresenti ancora ben 5,4 miliardi del Pil nazionale”. E per la pesca ligure, per lo più condotta a livello tradizionale e artigianale da famiglie monoreddito, il panorama non è di certo roseo: all’orizzonte c’è già una direttiva comunitaria che permetterà a qualsiasi soggetto straniero di acquistare le licenze di pesca di altri stati membri, con conseguente paralisi della pesca tradizionale a favore di quella praticata su scala industriale. Mercoledì 25 gennaio a Roma è previsto un incontro con le categorie presso il Ministero dell’agricoltura.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>