Published On: Mer, Lug 13th, 2016

Case popolari ARTE: M5S denuncia la situazione del quartiere della Lavagnina (Sestri Levante): “Situazione igienico-sanitaria gravissima”

Ispezione di M5S Liguria in un centro residenziale popolare gestito da ARTE Liguria. Sconfortante, vista la situazione sociale che si è evidenziata…
La situazione degli Enti che gestiscono le case popolari in Liguria non è mai stata rosea, da 30 anni a questa parte almeno. In precedenza, la Liguria e l’Italia facevano figli, il costo del lavoro era meno massacrato dalle tasse, le Amministrazioni erano più ricche (magari sprecavano di più, ma qualcosa potevano fare).
Oggi non c’è reddito in quasi nulla. Commercianti e imprenditori, gli unici a generare ricchezza in Italia, vengono vampirizzati. Ci si figuri cosa resta per l’ARTE. Ciò non toglie che tutto l’organismo regionale che si occupa di residenza agevolata per disagiati abbia delle responsabilità e degli obblighi da assolvere.
Idem per pensioni da 400 euro al mese, che gridano indignazione da sole. Come si può abbandonare un’anziana in quelle condizioni, senza luce né gas? Non siamo nel Paese più welfarista del mondo?

Scrive il portavoce di Movimento 5 Stelle Liguria, Fabio Tosi:

“Situazione igienico-sanitaria gravissima, indegna di un paese civile”, per il portavoce del MoVimento 5 Stelle, Fabio Tosi, che ieri ha fatto visita al complesso residenziale ARTE della Lavagnina, a Sestri Levante, constatando di persona le condizioni di totale degrado e indigenza in cui versano le 80 famiglie residenti delle case popolari.

“L’intero complesso versa in uno stato drammatico, tra infiltrazioni d’acqua persistenti, la copertura del tetto vecchia di 30 anni e mai sostituita, acque reflue senza il minimo ricambio ed enormi sciami di zanzare e insetti di ogni genere, all’interno di un quartiere abbandonato al completo degrado e alla delinquenza – racconta Tosi – Il tutto nel totale silenzio e abbandono da parte dell’amministrazione locale, che nessuno ha più visto da queste parti ormai da quattro anni”.

“In particolare, la situazione più scioccante l’abbiamo riscontrata in un appartamento di non più di 45 metri quadri abitato da una persona anziana priva di luce e gas e costretta a vivere con una pensione di 400 euro al mese” prosegue Tosi, che annuncia un atto congiunto del MoVimento 5 Stelle in Regione e al Comune di Sestri Levante, per intervenire al più presto e restituire ai residenti dignità e condizioni di vita accettabili.

“Per troppo tempo abbiamo assistito a un vergognoso rimpallo di responsabilità tra Comune e Regione, tramite Arte, con i risultati drammatici che abbiamo tutti sotto gli occhi – chiude Tosi – Noi come MoVimento 5 Stelle faremo la nostra parte, rinnovando la nostra Proposta di legge, depositata nell’autunno scorso e che attende ancora di essere discussa (!), per introdurre il reddito di cittadinanza in Liguria e dare una risposta ai 112mila liguri che vivono ancora oggi al di sotto della soglia di povertà”.

lavagnina goggle earth

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>